Cerca nel quotidiano:


Piazza S.S. Pietro e Paolo, i residenti: “No alla maxi antenna sulle nostre teste”. La posizione del Comune

Giovedì 6 Maggio 2021 — 14:36

Mediagallery

E’ con vero dispiacere e grande preoccupazione che vi segnaliamo come abitanti di piazza dei Santi Pietro e Paolo l’installazione dell’ennesima antenna con predisposizione 5G apparsa all’improvviso sul tetto di un condominio della zona. Dai giorni del lockdown le antenne stanno spuntando ovunque e pare non se ne possa fermare l’avanzata, anche se eroicamente resistono le ordinanze dei sindaci che hanno detto no al 5G  (vedi Pistoia, per non allontanarci troppo), la Legge Semplificazioni spalanca la strada all’installazione affermando che mentre lo Stato decide sul territorio il numero delle antenne per garantire la qualità dei servizi di telefonia e i limiti di esposizione ai campi elettromagnetici dei cittadini, al sindaco rimane la possibilità di emanare un regolamento per l’insediamento degli impianti cittadini e individuare in modo specifico i siti sensibili.
L’assenza di un regolamento a Livorno consente a ogni gestore telefonico di installare antenne cosi che nel circondario oggi  troviamo impianti ovunque e non ultimo di fronte alla scuola materna e elementare di via della Maddalena, alla chiesa di San Pietro e Paolo, all’oratorio della stessa, a 100 metri dall’asilo nido L’isola che non c’è e a 200 metri in linea d’aria dal parco Centro Città frequentato da famiglie con bambini da 0 anni in su.
Vorremmo ricordare al  sindaco che l’ultima arma rimasta per tutelare la salute dei cittadini, di cui Lui dovrebbe essere garante, è l’individuazione dei siti sensibili che dovrebbe essere fatta a priori e non in base alle rimostranze degli abitanti preoccupati per la salute dei loro figli. E quali dovrebbero essere i siti sensibili se non le scuole, i luoghi di aggregazione e gli ospedali? Andremo di porta in porta a raccogliere le firme per la rimozione di questa antenna, stiamo proteggendo la salute delle nostre famiglie e non ci fermeremo. Signor sindaco resti dalla nostra parte.

Il comitato molto spontaneo degli abitanti di piazza San Pietro e Paolo e dintorni

La posizione del Comune –  Dal Comune, interpellati gli uffici di competenza da QuiLivorno.it, rendono noto che la vicende del 5G non c’entra niente e che si tratta soltanto di una normale antenna per la telefonia per la quale il Comune di Livorno impianta solo e soltanto dopo un ok dell’Arpat che assicura che non ci siano impatti ambientali rilevanti o dannosi per la salute pubblica. Secondo la legge italiana poi, rendono noto da Palazzo Civico, ogni stabile potrebbe installare antenna. Detto questo come Comune di Livorno verrà presto presentato in Consiglio Comunale il regolamento sulle antenne che non esisteva prima e che è pronto per essere discussoe  approvato.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!