Cerca nel quotidiano:


Piazza XX un capitale economico, sociale e culturale da tutelare

Mercoledì 21 Febbraio 2018 — 15:40

Piazza XX Settembre, uno dei luoghi cittadini più vissuti da turisti e residenti, conosciuta per aver ospitato per oltre sessant’anni il noto “mercatino americano”, dove era possibile trovare ogni genere di prodotto, non solo vestiario, si trova ora in un cono d’ombra. I commercianti che hanno attività di vicinato attorno alla piazza lamentano, infatti, la necessità di rivitalizzare la zona con iniziative ed eventi e chiedono interventi pubblici sul fronte della manutenzione e del degrado. Il commercio al dettaglio, anche dalle nostre parti, ha vissuto periodi migliori, le motivazioni sono molteplici e non starò qui a elencarle, ma è certo che la politica non può far finta di niente e ha il dovere di ascoltare e attivarsi per offrire opportunità e sostegno ai suoi cittadini. A livello locale ben vengano i centri commerciali naturali, quali forme di aggregazione pubblico-privato, come nel caso di Piazza XX Settembre dove stanno adottando piani di marketing urbano volto proprio alla promozione e qualificazione della zona. Ottime, a mio avviso, le iniziative proposte da aprile a settembre pensando anche ai croceristi in arrivo: dallo Sbaracco allo Street Food senza dimenticare gli appuntamenti culturali con il coinvolgimento di artisti e pittori.

Accanto a queste iniziative sono però auspicabili gli interventi comunali, richiesti dagli stessi operatori commerciali, volti a riqualificare e rendere più decorosa la zona, attraverso la manutenzione di strade, marciapiedi e arredo urbano. Esiste infatti un legame stretto tra decoro, sicurezza e coesione sociale, così come tra degrado, microcriminalità e disgregazione sociale. Ecco che sostenere il piccolo commercio e i negozi di vicinato significa anche tutelare e preservare un tessuto economico, sociale e culturale come garanzia di una migliore qualità della vita. Da qui nasce l’esigenza e la volontà di difendere i nostri prodotti, il nostro artigianato, i nostri territori, così come sono da salvaguardare i piccoli contribuenti, i piccoli imprenditori onesti, che si trovano in situazioni di difficoltà economica a causa anche di una eccessiva tassazione e si vedono costretti a chiudere la propria attività. Il mio impegno e quello di Forza Italia ha tra gli obiettivi principali: ridurre la tassazione, lavorare per uno Stato meno invadente e più efficiente, aumentare la sicurezza anche attraverso carabinieri e poliziotti di quartiere, affinché i nostri quartieri, le nostre piazze, le nostre città continuino ad essere luoghi vivibili e vitali.

Paolo Barabino candidato per Forza Italia alla Camera dei deputati nel collegio proporzionale Toscana 2

Riproduzione riservata ©