Cerca nel quotidiano:


Problemi per la viabilità interna all’ospedale, le soluzioni dell’Aci Livorno

Lunedì 12 Marzo 2018 — 18:39

Mediagallery

Molto spesso gli “uomini” Aci sono chiamati dai cittadini per avere delle delucidazioni circa il traffico, segnalare delle problematiche relative ad una situazione di criticità venutasi a creare in un qualche punto della rete viaria urbana.
Ricevono dall’utenza dei suggerimenti e delle soluzioni che costituiscono un tesoro di informazione e la misura della soddisfazione o insoddisfazione dell’automobilista, ma anche del più generico utente della strada.

Ricevere una richiesta di aiuto da parte dell’amministrazione ospedaliera, questo, onestamente, non se lo sarebbero mai aspettato. L’ospedale di Livorno ha bisogno di aiuto per cercare di risolvere i problemi della circolazione automobilistica all’interno del proprio perimetro.

Aci Livorno sempre pronta alla collaborazione ha dato mandato a due suoi consiglieri per incontrare i responsabili alla viabilità ospedaliera.
Il quadro che è stato loro rappresentato è sconcertante. Tutta la diseducazione stradale che si riscontra in città qui si evidenzia con maggiore incisività. Infatti all’interno dell’area vigono, in generale,le norme del codice della strada; ma non possono essere comminate sanzioni, quindi dovrebbero supplire il buon senso e il rispetto.

Dall’incontro sono emerse serie criticità, una tra tante il parcheggio selvaggio. Si parcheggia dove capita, dove ci fa comodo, spesso questo atteggiamento impedisce il transito alle auto di servizio, inutile che gli autisti delle autoambulanze facciano miracoli, districandosi nel traffico urbano per guadagnare minuti preziosi, se poi questi vengono vanificati all’interno dell’ospedale da un parcheggio irregolare che impedisce il raggiungimento del pronto soccorso.

Un certo miglioramento è stato ottenuto chiudendo l’accesso all’ospedale da via Della Meridiana e permettendo alle vetture di entrare dalla sola via Gramsci ivi compresi i mezzi di soccorso.

Risolto anche il problema dell’immissione del traffico in uscita da via Della Meridiana verso viale Carducci, infatti l’amministrazione comunale è stata solerte nel modificare i tempi semaforici allungando il segnale di verde a via Della Meridiana.

Risolto questo problema ne rimangono altri come la carenza di stalli esterni per i fruitori dei servizi ospedalieri e per i dipendenti sanitari. Per risolvere questo problema bisognerebbe rimettere in discussione il vecchio progetto che prevede di utilizzare lo spazio dei capannoni ex Pirelli trasformandolo in un parcheggio,per una parte dedicato ai dipendenti e per l’altra ai pazienti e visitatori. Il parcheggio realizzato in questa area dovrebbe avere dei costi calmierati per il rispetto dell’utenza e dovrebbe essere a consumo e non a tariffa oraria. Anche i dipendenti dovrebbero pagare un minimo che Aci indicherebbe in un euro ogni 8 ore. Questo costo dovrebbe servire a incentivare l’uso del mezzo pubblico, oppure la condivisione del mezzo privato tale da abbattere inquinamento e traffico.

Il parcheggio per l’utenza privata dovrebbe avere, compreso nel costo della tariffa, un servizio navetta con transito per tutti i reparti. Altra nota dolente è costituita dalle auto in fila, in attesa di poter entrare da via Gramsci, ostacolando il normale flusso viario che potrebbe essere facilitato dall’ eliminazione di quattro stalli in prossimità del cancello di accesso con la creazione di una corsia dedicata all’ingresso in ospedale, come suggerito dall’Ente. Le soluzioni al problema della viabilità interna all’ospedale sono poche, infatti l’area è limitata, e ben poco si può modificare anche perché non è lecito trasformare il poco verde esistente in una spianata cementificata per ricavarne stalli.

Da una parte occorre che gli automobilisti imparino a rispettare questo luogo deputato alla soluzione di ben altri e più seri problemi, dall’altra che l’amministrazione pubblica si impegni nella realizzazione del parcheggio Ex Pirelli.

Riccardo Heusch e Virgilio Marcucci 

Presidenti Commissione Traffico e Mobilità / Tutela Diritti Automobilisti

Nelle immagini allegate, alcuni esempi di problematiche che si verificano quotidianamente lungo le strade interne all’ospedale livornese

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # eropiccino

    Ottimo intervento perchè ai capannoni ex Pirelli con cifre compatibili potrebbe essere installato un parcheggio multipiano metallico componibile a prezzi calmeriati come c’è anche a Siena. Poi ci vorrebbe del personale più serio all’entrata di via Gramsci perchè entrano come al solito “cani e porci” !

    1. # Mario

      E’ normale che entrino cani e porci. Come fa un vigilante a giudicare chi può e chi non può entrare? Il primo filtro è delegato ad una persona che deve sorvegliare, non ha certo le competenze, né può assumersele per impedire a chicchessia di entrare adducendo motivi sanitari. in caso di contenzioso nessuno difenderebbe il vigilante che ha impedito un ingresso. All’ingresso ci vorrebbe il direttore sanitario o suo delegato.

      1. # eropiccino

        Semplice, basta farlo affiancare da un vigilante che lavora negli altri ospedali della regione e gli insegnerà come evitare che entrino cani e porci !

  2. # adriano

    qualche furbo ha decretato i capannoni archeologia industriale e quindi non modificabile…..
    almeno finche non crolleranno …..
    comunque un parcheggio in questo sito risolverebbe tutti i problemi