Cerca nel quotidiano:


Pulizie scuole, stato di agitazione per 17mila lavoratori

Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti-Uil hanno indetto a livello nazionale lo stato di agitazione dei 17mila lavoratori e lavoratrici impiegati nel settore delle pulizie della scuola

venerdì 24 agosto 2018 16:31

“Sciopero” è la parola che incombe sull’apertura di quest’anno scolastico (nella foto il Niccolini-Palli). Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti-Uil hanno indetto a livello nazionale lo stato di agitazione dei 17mila lavoratori e lavoratrici provenienti dal bacino ex Lsu e appalti storici impiegati nel settore delle pulizie della scuola. Decine di addetti del settore nella nostra provincia rivendicano il rispetto di accordi tra cui quello quadro governativo sottoscritto il 4 novembre 2016, tutt’ora vigente, che prevede un impegno specifico per una soluzione stabile e di prospettiva alle problematiche sociali e occupazionali di questi lavoratori da venti anni protagonisti a loro spese di traversie continue e a cui viene negata la possibilità di un posto di lavoro stabile e di uno stipendio dignitoso. Le organizzazioni sindacali hanno richiesto oramai da tempo al governo nazionale l’apertura di un tavolo politico sui problemi dell’appalto auspicando una risoluzione alle problematiche dei lavoratori.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.