Cerca nel quotidiano:


Residenza I Girasoli: un grazie ai nostri dipendenti

Giovedì 19 Novembre 2020 — 12:05

Mediagallery

La seconda ondata della pandemia non ha colto di sorpresa la Residenza sanitaria per anziani “I Girasoli” di Livorno, gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. In questa struttura, da sempre Covid-free, il personale sanifica senza sosta tutti gli ambienti e applica in maniera scrupolosa le buone pratiche di prevenzione del contagio. I controlli sanitari sono continui e rigorosi: ogni due settimane vengono effettuati test rapidi antigene sui 52 ospiti così come sui 50 dipendenti e collaboratori (direttrice e segretaria, Oss, infermieri, animatori, fisioterapisti, parrucchiera ed estetista, addetti alle cucine e alle pulizie) e comunque ogni volta si manifesta un qualsiasi sintomo simil influenzale. Dallo scorso mese sono state sospese a scopo precauzionale tutte le visite dei parenti. Continua a essere garantito il servizio su appuntamento di videochiamata tramite WhatsApp. Nel frattempo non si sono mai interrotti i nuovi ingressi in questa RSA. Seguendo le ultime linee-guida regionali, il nuovo ospite – munito di un tampone molecolare nasofaringeo negativo effettuato non oltre le precedenti 48 ore – viene collocato per un periodo di isolamento precauzionale di 10 giorni in una camera singola con bagno, adiacente a una zona filtro di vestizione/svestizione per il personale (buffer zone). Superata questa fase può finalmente integrarsi con tutti gli altri residenti. “Voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti e collaboratori per la grande professionalità dimostrata fin dall’inizio della pandemia – dichiara la direttrice Kerala Valerio – Senza il loro spirito di sacrificio e un corretto comportamento sociale fuori dalla struttura non saremmo mai riusciti a ottenere questo risultato. Si prodigano quotidianamente per garantire a tutti la serenità necessaria a superare questa lunga fase. Pur con tutte le limitazioni imposte dai protocolli anti-Covid, cerchiamo di realizzare attività ricreative che possano tenere alto il morale di tutti. Non lasciarsi abbattere e restare ottimisti è infatti fondamentale per la prevenzione del contagio”.

Riproduzione riservata ©