Cerca nel quotidiano:


Restaurato con due nuove frasi il monumento dedicato a mio figlio Christian

"Credo che il messaggio significativo che quel monumento rappresenta debba essere divulgato in ogni forma e la nostra città ne deve fare un atto di orgoglio"

Mercoledì 27 Ottobre 2021 — 16:37

Mediagallery

Vorrei portarvi a conoscenza di un restauro di un monumento della nostra città fra i più significativi. Avendo preso alcuni mesi fa, attraverso un Atto Ufficiale con il Comune di Livorno, in “adozione” l’area davanti ai Tre Ponti che circonda il monumento che ricorda mio figlio Christian, nei giorni scorsi è stata mia cura ristrutturarlo e rinnovarlo completamente. Vorrei ricordare che Livorno è l’unica città d’Italia che abbia dedicato un suo luogo ad un donatore di organi, riconoscendo in esso un gesto di grande valore Civico. Nella ristrutturazione del monumento che è formato da tre “cubi”, oltre alla frase già esistente su uno di essi, “Christian dalla tua vita spezzata tante nuove speranze di vita”, negli altri due “cubi” ad ognuno è stata aggiunta una frase significativa. In uno è stata aggiunto il logo dell’Aido e la frase: “In ricordo di tutti i donatori di organi”. Volendo così che quel monumento fosse condiviso nel ricordo anche con tutti coloro che hanno compiuto un gesto simile di altruismo. Nell’altro cubo ora si può leggere una frase di Suor Teresa di Calcutta: “Chi salva una vita salva il mondo intero”. Frase che racchiude in se stessa tutto il valore di tale gesto.
Credo che, vivendo in un mondo sempre più alla deriva, in una società dove gli atti di altruismo sono sempre più rari, il messaggio significativo che quel monumento rappresenta debba essere divulgato in ogni forma e la nostra città ne deve fare un atto di orgoglio.

Mario Bartoli, padre di Christian

Riproduzione riservata ©