Cerca nel quotidiano:


“Salviamo la Coppina di Corea”, segnali positivi

Venerdì 24 Marzo 2017 — 07:41

Mediagallery

Si è tenuto il giorno martedì 21 Marzo, presso il negozio la Rosa, nella sede della Sezione Soci di Livorno, l’incontro richiesto al Presidente di Unicoop Tirreno Marco Lami in data 23 Febbraio, per esaminare la richiesta avanzata da Soci e Cittadini del Quartiere di rivedere la scelta di chiudere lo storico negozio Coop di via Mastacchi.
All’incontro era presente, su espressa delega del Presidente, Paolo Bertini, responsabile del Settore Soci della Cooperativa, insieme a Monica Agostini responsabile Soci per la provincia di Livorno e Luigi Pini, Presidente della sezione Soci di Livorno.
Ad inizio colloquio, oltre a ringraziare per l’attenzione prestata alla richiesta di incontro, sono state consegnate ulteriori firme di Soci, cittadini e consumatori che, portando il totale ad oltre mille firmatari, rappresentano il raggiungimento di un obiettivo impensabile all’inizio della raccolta, a dimostrazione del carattere popolare e partecipato dell’iniziativa spontanea.
Tale carattere è stato raccolto dalla Dirigenza della Cooperativa che, pur a fronte di un piano di risanamento già delineato nelle sue linee guida, ha dichiarato che si stanno esaminando le situazioni dei diversi punti vendita e che ancora non sono state raggiunte decisioni definitive e che la raccolta delle firme con la pressione esercitata dal comune sentire di un quartiere può quindi spostare queste decisioni.
Quanto comunicato dal rappresentante Unicoop rappresenta sicuramente un segnale positivo di attenzione al problema di cui va dato merito ai firmatari della petizione che, oltre a dimostrare l’affezione alla loro “Coppina”, indicano ai vertici aziendali anche una angolazione diversa del problema da quella esclusivamente economica: un “negozio Coop” è infatti spesso anche un valore sociale da salvaguardare, nel rispetto di quella storia e di quella tradizione che ha sempre contraddistinto la cooperazione e particolarmente a Livorno.
Nell’incontro è stato inoltre evidenziato la necessità di una comunicazione più efficace sui prezzi che spesso sono concorrenziali anche con i discount vicini e permettere così di riconquistare anche parte della clientela dispersa negli ultimi tempi.
Il Comitato, prendendo atto di quanto comunicato, ringrazia tutti i firmatari della petizione e  continuerà a seguire la questione augurandosi che il valore sociale di quelle mille firme possa impedire una scelta che si continua a ritenere sbagliata.

Ringraziandovi per l’attenzione, porgiamo distinti saluti                                                                               Ettore Carpanè
Roberto Tognoni
Giuliano Turchi

ELENCO AGGIORNATO dei NEGOZI e ASSOCIAZIONI  ADERENTI ALL’INIZIATIVA:

 

– Fiorista      FRANCESCA                          Via P. Pisana  23

– Cartoleria  LA COCCINELLA                    Via P. Pisana  68

– Riparatore TV TELESERVICE                    Via P. Pisana  71

– Centro Medico MILLAURO                       Via P. Pisana 114

– Bar IL PROGRESSO                                  Via P. Pisana

– Elettrodomestici BENETTI                       Via P. Pisana 166

-Macchine da cucire ROMANO                   Via P. Pisana 137

-Fiorista      SORIANI                                Via P. Pisana 160

-TAGLIAPREZZO                                       Via P. Pisana 151

-Parrucchiera FRANCA                              Via Martellini

– Bar da MANUELA                                     Via Mastacchi 255

– Distributore ACI                                      Via I. Nievo

– SPI CGIL   Lega 1                                      Via P. Pisana 153

-Circolo ARCI “Divo Demi”                          P.za Barriera Garibaldi

– Centri Sociali “Zanni Nadea”                     Via D. Albertario

-Ristorante Pizzeria “Vera Napoli”              Via P. Pisana 169

– Pizzeria “Marchino e Igor”                                    Via Gobetti 10

-Amici di B.R.  C. B.

-nipoti di Iva Cecchi di Corea  M.P.  A.R.   S.   S.P.

-POLISPORT                                              Via Mastacchi 276

– CENTRO BINCHERIA FIORENTINA         Via Provinciale Pisana

-BAR OLIVER                                             Via Achille Grandi

-GIOIELLERIA SUSY LUNGHI                  Via Provinciale Pisana 136

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Giulina

    C’è consapevolezza da parte dei firmatari e degli organizzatori di questa comunque lodevole iniziativa del piano industriale complessivo Unicoop? Si parla di numeri rilevanti in termini di tagli e di razionalizzazione, a cominciare da centinaia di posti di lavoro a rischio. Pensare a un piccolo negozio di quartiere (con pochissimo personale dipendente) da la sensazione di chi guarda il dito anzichè la luna. A meno che non ci si trovi davanti al solito fenomeno da “orticello”, si guarda quello che abbiamo sotto gli occhi trascurando tutto il resto. Se rimanesse aperta la coppina di Corea e si chiudessero altri negozi simili o se si tagliassero i posti di lavoro presso l’Ipercoop andrebbe bene? Le lotte e i percorsi di sensibilizzazione come questo vanno benissimo ma andrebbero contestualizzati e inseriti nei contesti più ampi e complessivi. E a volte è il caso di tener conto anche dei mali minori.