Cerca nel quotidiano:


Siamo partiti, il motore è acceso. Primo incontro a Collinaia

giovedì 12 luglio 2018 07:50

Mediagallery

Il 10/07 al circolo “Collinaia” si è svolto il primo incontro con l’avvocato Gilberto Giusti G. di Firenze, incontro a cui hanno partecipato molti dei tanti alluvionati colpiti nella notte tra il 9 e il 10 settembre 2017. Il tempo scorre ma il ricordo e il dolore per le perdite subite è ancora ai massimi livelli. Nelle parole dell’avv. Giusti tutti hanno ritrovato quel tanto di giustizia e coerenza che le nostre istituzioni faticano a concederci. Ed è per questo che i comitati continuano a riunirsi nelle sere di piena estate. Pronti ad ascoltare chi conosce la materia, sa di che si tratta, comprende la nostra collera ed ha già molta esperienza nelle azioni legali portate avanti da comitati e singoli cittadini colpiti dalle alluvioni che hanno devastato, negli ultimi decenni, gran parte del nostro territorio e che come noi hanno perso tanto, tutto, troppo ed in molti casi hanno vinto la loro causa contro tutti e tutto, ma soprattutto contro chi non ci credeva abbastanza! L’avv. Giusti ha le idee chiare, ha già un percorso collaudato, dei collaboratori preparati, parole di incoraggiamento, per chi ascolta e non vive di questo, la fiducia è tutto in questi casi.

Siamo partiti, il motore è acceso, siamo pronti ad imbarcare tutte le persone che in questi 10 mesi si sono sentite colpite, ferite e abbandonate, in attesa di un risarcimento danni che possa ridarci anche forza e dignità, oltre al semplice rimborso per i beni materiali perduti. Non ci fermeremo, lavoreremo a fianco di chi ci crede, non abbiamo mai abbassato la guardia, ottenendo piccoli ma significativi risultati, ed oggi più di prima, teniamo le fila di molte battaglie e questa è certamente tra le più importanti. Ringraziamo chi ha permesso di arrivare fino a questo punto, chi si è sempre speso in prima persona fin dal primo giorno: i referenti del coordinamento dei comitati post alluvione e, in particolar modo, l’ing. Francesco Archibugi che ha mantenuto contatti costanti e continui con gli studi legali, i volontari e le volontarie delle Brigate di Solidarietà Attiva, che per primi hanno spalato il fango e liberato le nostre case ma ancora oggi sono sempre presenti, al nostro fianco, con il loro supporto e la loro decennale esperienza, ma soprattutto i cittadini di Livorno tutti, alluvionati e non, perché senza di voi, niente sarebbe stato possibile. Perché Livorno non si piega e non si piegherà mai! Perché non accada mai più!

Coordinamento dei comitati auto-organizzati post – alluvione Livorno

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive