Cerca nel quotidiano:


Sindaco, da 22enne la invito a fare ancora di più

Signor sindaco, sono una cittadina livornese che le scrive e vorrebbe gentilmente rimanere in anonimo

Giovedì 22 Ottobre 2020 — 18:57

Mediagallery

Signor sindaco, sono una cittadina livornese che le scrive e vorrebbe gentilmente rimanere in anonimo. Sono nata e cresciuta a Livorno ed amo moltissimo la mia città. Ho 22 anni e come ogni persona di questa età ha voglia di godersi la vita e divertirsi con i suoi amici, ma non credo che questo sia il momento adatto. Il bollettino del 22 ottobre ha segnalato 132 nuovi positivi solo nella nostra città, senza contare tutta la provincia. Io le chiedo aiuto per la nostra città perché così non è possibile andare avanti. Dalla situazione catastrofica che è avvenuta il weekend scorso nel quartiere Venezia e in piazza Attias contro le forze dell’ordine. Ci tengo a precisare che non tutti i giovani della nostra città sono incontrollabili e io le chiedo, proprio per la parte giovanile e coscienziosa, di intervenire per il bene della nostra città. Se non inizia a mettere un coprifuoco nei quartieri più frequentati dalla movida o più controlli ovunque ho paura che la situazione possa degenerare ancora. Le chiedo aiuto da parte di quelle persone che, come me hanno paura, ma sono coscienziose e vogliono vivere la vita serenamente e senza conseguenza. La ringrazio per avermi ascoltata e vorrei mantenere l’anonimato.

Lettera firmata

Riproduzione riservata ©