Cerca nel quotidiano:


Sos da via Salvini: ecco lo stato del marciapiede

Lunedì 12 Novembre 2018 — 11:21

Mediagallery

Queste che vedete nella foto sono le condizioni del marciapiede di via Salvino Salvini tra i civici 11 e 13. Oltre le condizioni disastrose e pericolose comunque simili in tutta la strada qui è presente da più  di un anno questa auto che già  da prima era parcheggiata anche male ma ora magicamente è  stata spostata ancora più sul marciapiede. In passato  era stato segnalato lo stato di abbandono di questa vettura ma nulla è stato fatto.

Flavio Spinelli

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # tizio

    abbi pazienza, c’è da fare lo skatepark prima, opera essenziale

  2. # Condòmino

    Avevo già segnalato la cosa nel luglio 2017, visto che quell’auto già sostava in quel punto da molto tempo. Essendo assicurata, mi è stato risposto, non possono permettersi di rimuoverla.
    L’auto è senza freno a mano, appena qualcuno per far manovra la spinge un po’ indietro, questa si avvicina sempre più alle pareti del condominio.
    Purtroppo qui la forma viene davanti al buon senso: è ferma da più di un anno e mezzo. E’ stata evidentemente abbandonata dal proprietario qualunque sia la ragione, ma a Livorno il rispetto è deceduto da tempo.
    Quel marciapiede poi è disastrato da decenni, anche con i bambini piccoli spesso trovo più sicuro camminare per strada per non rischiare di vederli faccia a terra inciampando in una delle innumerevoli buche.

    1. # antonino

      se è assicurata non è stata abbandonata..

      1. # Condòmino

        Temevo questa risposta. Come scrivevo sopra: la forma davanti al buon senso. Un’auto ferma da più di un anno e mezzo, fatiscente (dentro completamente ammuffita ovunque) e mai spostata -è- abbandonata, ma dato che lo Stato impone di pagar l’assicurazione, il proprietario si adegua.
        Affermare il contrario è polemica abbastanza sterile o difesa maldestra del proprietario.
        Per fortuna del proprietario il senso civico dei concittadini ha evitato fino ad oggi che qualche esasperato forzasse i tempi facendola diventare immediatamente rottame, dunque rifiuto speciale, dunque sotto obbligo di rimozione.

      2. # giuseppe billi

        Ma infatti!