Cerca nel quotidiano:


Stop alle polemiche sul personale infermieristico

giovedì 29 novembre 2018 15:33

Il dibattito sul sistema Emergenza Urgenza sta assumendo toni scomposti e chiama ancora una volta in causa gli infermieri. Avevamo scelto la linea del silenzio nella speranza che i fuochi di paglia, di questo si tratta, si spegnessero spontaneamente e le inutili polemiche scemassero come è giusto che sia quando si divulgano certe informazioni.
Con questo intervento ci rivolgiamo in primo luogo ai nostri colleghi che sappiamo messi a dura prova da tanto clamore negativo. Stiamo lavorando continuamente, su più fronti, per tutelare la professionalità del personale infermieristico che si prodiga quotidianamente nell’ambito dell’emergenza. Vi chiediamo di non lasciarvi trascinare in dibattiti sterili perché questo non ci rispecchia. Non perderemo la fiducia del cittadino conquistata con anni di impegno e crescita professionale, come non perderemo la stima di quei tanti medici con cui ogni giorno lavoriamo fianco a fianco, che non ci vedono come un pericolo per la cittadinanza o addirittura per loro stessi. Continueremo a fornire il nostro fondamentale contributo al sistema di emergenza territoriale come facciamo da quando il Legislatore ci ha riconosciuto un ruolo specifico al suo interno.
In merito all’assurdità del reato di abuso di professione, è sufficiente evidenziare che, pretestuosamente, si continua a sorvolare il fatto che l’intervento terapeutico, eventualmente messo in atto dall’infermiere, avviene secondo protocolli firmati dai Direttori di centrale 118, diventando di fatto una prescrizione da attuare di fronte a segni e sintomi che l’infermiere è assolutamente in grado gestire perché figura debitamente formata e competente. Questo è il nostro ruolo, riconosciuto dall’ordinamento giuridico, ed è quello che il cittadino si attende dai professionisti infermieri che operano in questo ambito. Non è difficile intuire che qualsiasi riferimento all’abuso di professione medica risulta insensato e privo di ogni fondamento. Certo è che se si continua a scrivere sulle ali della fantasia senza alcun senso di responsabilità nei confronti del cittadino non siamo noi a perdere credibilità.
Si rende necessario evidenziare ulteriormente il paradosso in seno alla professione medica dove da una parte i sindacati paventano denunce per esercizio abusivo di professione e dall’altro le più autorevoli società scientifiche di settore “evidenziano il ruolo strategico rivestito dalla figura Infermieristica nel sistema di Emergenza Territoriale che, nella gran parte dei casi, rappresenta il punto di collegamento per la maggior parte delle postazioni, in costante riferimento con la componente Medica (…) e pongono l’accento sull’importanza dell’intervento infermieristico, anche farmacologico, nelle condizioni cliniche caratterizzate nel migliorare le possibilità di sopravvivenza dei pazienti”.
E allora viene da chiedersi a chi si debba fare riferimento. A coloro che mantengono posizioni precostituite, largamente superate dall’evoluzione normativa degli ultimi decenni e volte a tutelare esclusivamente gli interessi corporativi o a chi esprime il proprio parere indipendente avendo come riferimento l’appropriatezza degli interventi “erogati in condizioni di assoluta garanzia riguardo all’efficacia, sicurezza, tempestività del trattamento, nonché rispetto della soddisfazione di pazienti”, facendo riferimento alle evidenze scientifiche sintetizzate in numerosi documenti di indirizzo internazionali.
L’ordine delle Professioni Infermieristiche di Livorno chiede che le sterili polemiche giungano a conclusione nell’interesse vero dei nostri concittadini che non meritano tanta strumentalizzazione e disinformazione.
OPI Livorno valuterà attentamente ogni ulteriore tentativo di ledere l’immagine della professione anche sotto il profilo giuridico. A coloro che rivestono ruoli istituzionali e che, con estrema superficialità, in questo periodo, hanno espresso perplessità circa la nostra professionalità abbiamo richiesto un incontro. Siamo certi che ci sarà data al più presto l’occasione per far conoscere meglio ciò che rappresenta la professione infermieristica nell’ambito del sistema sanitario e in particolare nell’Emergenza Territoriale in modo evitare il diffondersi di ulteriori inesattezze. In caso contrario valuteremo le azioni opportune per tutelare la professione anche nei confronti di chi ha precise responsabilità politiche verso tutti i cittadini, compresi gli infermieri.

Il Direttivo OPI Livorno

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.