Cerca nel quotidiano:


Tamburini (Lega Nord): Sos sicurezza. Troppa microcriminalità

lunedì 06 giugno 2016 19:59

Mediagallery

Domenica leggendo i quotidiani locali  vedo  che molta parte dell’informazione è dedicata alle mirabolanti imprese della cosiddetta micro criminalità, rapina con coltello alla chebbabberia, rubati oro e fedi nuziali in via Maggi, a Stagno una anziana signora viene aggredita, tentato furto in un fondo in via Mazzini, in Corso Amedeo faccia a faccia con una ladra armata di cacciavite, facile immaginarne l’etnia, provano a rubare nel bar “La Terrazza”, insomma quasi un bollettino di guerra ed un’attività che purtroppo non conosce momenti di crisi Poi all’inizio di ogni anno ci viene propinata dalle autorità competenti una serie di dati e numeri che sempre certificano una diminuzione di questa tipologia di reati e si raccomandano di non tener conto della percezione della realtà, sempre diversa e maggiore di quella vera, ma io rimango sempre alla frase di un mio vecchio comandante < esistono le verità , le mezze verità, le bugie, le mezze bugie e…le statistiche e mai come in questo caso sono costretto a dargli ragione. Certo, non pretendo di ritornare ai tempi che furono, quando potevi uscire di casa lasciando la porta aperta, ma neppure avere il terrore di abbandonare la propria abitazione anche soltanto per qualche ora e sperare che questa volta tocchi ad un altro, perché stai sicuro che ad uno gli tocca. La sera sei costretto a chiudere le finestre e la porta a doppia mandata, ma non basta, questi entrano anche quando sei in casa e se ti azzardi a reagire, grazie alla nostra imbelle magistrature, ti tocca pagare gli eventuali danni, se poi hai un’arma e spari, sei rovinato per tre generazioni. E mica è finita, quei pochi sfigati che riesci ad arrestare, te li ritrovi in giro dopo qualche mese.
La vivibilità e la sicurezza rappresentano, assieme al lavoro ed al benessere economico, gli elementi fondanti di una società civile, ma i nostri eroi in parlamento, ad eccezione dei leghisti, che da sempre denunciano questa inaccettabile situazione, continuano a baloccarsi con cento senatori in più od in meno, tanto loro questi rischi non li corrono.

Bruno Tamburini Lega Nord

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # Hiro Niko

    Rimpiango il ventennio ( secondo ) di quando c’eravate voi al governo e queste cose non accadevano In più “qualcuno” si cucì addosso delle leggi ad personam per cui, per effetto domino, ora questi delinquenti ,se individuati, riescono a farla franca grazie anche a Lui

  2. # un tizio

    Il problema è che oggi giorno la gente mangia poca verdura e fa poco movimento. Speriamo che voi della lega nord con le vostre origini agricole e il logo verde lattuga portiate le buone abitudini alimentari sulle tavole degli italiani. Ma anche un bel pomodoro rosso comunista non può che far bene alla salute.

    1. # tazio

      Il pomodoro rosso comunista nella Lega del sig. Tamburini è rappresentato dall’ex segretario del PCI dal 1982 al 1989 sig. Sergio Landi !

      1. # lorenzo

        C’entra qualcosa?

  3. # Stefano

    Quello che scrive Tamburini, lo pensano tutti ed in tanti, purtroppo, lo vivono. Nella nostra cità però, permeata da 70 anni di partitone unico, non si può dire, chi osa affermare certe opinioni viene giudicato in base al suo passato politico e se quest’ultimo non è stato omologato al Pensiero Unico, l’insulto, l’etichettatura di “fascista” sono garantiti. Vorrei proprio vedere i ben pensanti con la puzza sotto il naso, quale sarebbe la loro reazione nel trovare il proprio appartamento violanto, magari danneggiato e come spesso capita imbrattato di feci: guai a reagire, improntiamo tutto al confronto & dialogo e condanniamo chi invece afferma che la situazione è inaccettabile e che si batte per cambiare lo stato dell’arte.

  4. # Citta Dino

    Bene, sulla diagnosi siamo tutti d’accordo ma la ‘cura’ per questo stato di cose, in concreto, soprattutto a livello locale quale sarebbe? Le leggi per cui certi crimini non sono puniti o hanno tutt’al più pene irrisorie sono nazionali. Certo, per molte cose basterebbe applicare le leggi già in vigore ma a quanto vedo a Livorno la locuzione ‘applicare la legge’ spesso provoca orticaria e severe reazioni allergiche negli amministratori locali di qualunque colore politico.

  5. # andrea

    Sono per la sicurezza cittadina e sono d’accordo con la Lega Nord adesso la microcriminalità deve subito sparire, il delinquente non ha diritto di entrare nelle case sia delle persone anziane. Purtroppo in italia e a Livorno i delinquenti armati vengono assolti subito questo non lo capisco. Il governo attuale si prenda le sue colpe, di quello che è successo, soprattutto a Livorno le anziane picchiate minacciate con armi. Le armi ai delinquenti non gli devono avere. I delinquenti devono stare in galera a vita e non a giro per le città . e il delinquente è armato e minaccia le persone deve essere condannato e andare in galera e basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive