Cerca nel quotidiano:


Torsi (Paraplegici Livorno): “Questo modo di fare Porta a Porta va rivisto”

lunedì 01 ottobre 2018 16:43

Mediagallery

Gentilissimo sindaco, il problema per il Porta a Porta è che  impatta nella vita di chi ha una disabilità o anzianità in modo piuttosto forte e preoccupante. Spesso legate alla disabilità ed alla anzianità ci sono condizioni fisiche particolari. Andiamo oltre la barriere fisica che il bidone o i sacchi creano. Esiste un serio problema di igiene e contaminazione batterica. Chi soffre di incontinenza fecale ed od urinaria, chi gestisce un intestino ed un vescica neurologica utilizza ausili monouso che vengono poi smaltiti nell’indifferenziata come i sistemi assorbenti.
Materiale per la cura di piaghe e ferite da decubito idem. Il numero verde Aamps risponde che porteranno un altro bidone grigio…
Avere in casa sacchi contenenti tracce di urine e feci, oltre al cattivo odore delle garze intrise di secrezioni è, oltre che intralcio, una bomba batteriologica che proviamo a tenere sotto controllo con uso di disinfettanti.
Urge una soluzione, già proposta anche al Garante, o prelevate nelle “famiglie H” a giorni alterni i sacchi di indifferenziata oppure in strada deve essere lasciato un cassonetto per l’indifferenziata che
possa essere utilizzato da chi ha una tessera sanitaria attivata nella quale “memorizzata” la “patologia” che segnala particolari esigenze.

Rischiamo di complicare la vita a chi con fatica cerca di controllare con le poche risorse che il Servizio Sanitario Nazionale mette a disposizione. Abbiamo il timore che questo modo di fare Porta a Porta sia pericoloso.

Fabrizio Torsi, presidente Associazione Paraplegici Livorno 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Dyna

    Giustissimo ! Bravo , spero il sindaco ci ascolti !

  2. # Marco A.

    Tutto il sistema raccolta differenziata va rivisto!! Io la spazzatura in casa perché loro hanno deciso così,non ce la tengo!! È tutto sbagliato!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive