Cerca nel quotidiano:


“Un taglio gratis, quando riapriremo, per dire grazie a tutto il personale sanitario”

"Noi non ci dimentichiamo di quello che state facendo, mettendo a rischio la vostra vita e quella dei vostri cari"

Giovedì 2 Aprile 2020 — 10:55

Mediagallery

Stefano Pacella insieme al suo socio Luca Gargani hanno dei  franchising di parrucchieri con quattro insegne, due per donna e due per uomo. A Livorno e provincia sono presenti con i loro saloni di bellezza al Parco Levante, alla Pam in Corea e a Rosignano. Insieme ai loro socie e collaboratori, pur in un momento di difficoltà generale e dovendo, al momento, per decreto ministeriale rimanere chiusi al pubblico, rendersi utili alla causa in questo spiacevole momento.
“Non possiamo andare sul campo ad operare per rendere la cosa più sostenibile – scrivono Pacella e Gragnani – perché la nostra inesperienza non lo permette, oltre a stare a casa e fare il dovere da cittadini volevamo ringraziare in qualche modo tutti gli operatori sanitari  e i volontari per il lavoro che stanno facendo, per i rischi che stanno correndo e per il futuro che cercano in qualche modo di dare alla nostra amata Italia. Ci sentiamo di regalare loro, una volta riaperto i nostri saloni, un servizio di taglio gratuito, rigenerando i capelli trascurati e coperti da cuffie,essenziali per la protezione. Abbiamo scritto una lettera per tutti gli operatori sanitari che sono in prima linea in questo momento delicato”.

Ecco la lettera scritta da tutto il team della “Compagnia degli Artisti Parrucchieri”, “Gli artisti del Barbe Shop”, “Barber Shop by Team Ribelle” e “Team Ribelle fashion hair stylist”:

“Il pensiero va a voi, operatori sanitari, medici, infermieri, paramedici, oss, guardie mediche, volontari della Misericordia, pubblica assistenza e  croce rossa. Voi che siete in prima linea a combattere con coraggio, passione e determinazione questo nemico oscuro, che in qualche modo sta provando a cambiare le nostre vite, forse per sempre, lasciandoci inermi a guardare. Mentre state lottando intensamente per  vincere questa dura battaglia, in qualche modo il mondo cerca di andare avanti, magari lentamente, spaurito, spaesato ma avanti. E domani grazie alla vostra battaglia, il mondo tornerà ad essere quello di prima. Noi non ci dimentichiamo di quello che state facendo, mettendo a rischio la vostra vita e quella dei vostri cari. Quindi  vogliamo contribuire alla causa, vogliamo dirvi che appena riapriremo i nostri saloni noi ci saremo per voi, come come voi ci siete stati per noi. Sarete nostri ospiti, un taglio  o un trattamento per  i vostri capelli trascurati dal duro lavoro, o un trattamento rinfrescante e rigenerante per il viso sciupato dalle ore di mascherine per coprire  gli occhi e il naso. Un piccolo pensiero, ma è l’unica cosa che possiamo fare con il cuore, noi stiamo facendo il nostro dovere, quello di rimanere a casa cercando in qualche modo di ricostruire un futuro per noi a per i nostri cari. Se questo avverrà, sarà solo merito vostro. Comunque vada, siamo fieri di voi e orgogliosi di essere italiani.
Grazie infinitamente  per quello che state facendo”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Serena Fabbrini

    Grandi luca e Stefano

  2. # Riccardo Ripoli

    Grazie dell’aiuto che ci avete donato nei vari presidi organizzati dall’Associazione Amici della Zizzi per la raccolta di generi alimentari da destinare alle famiglie in difficoltà.
    L’emergenza non è finita, ma l’avervi al nostro fianco ci da ancora più forza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.