Cerca nel quotidiano:


Velox, semafori a chiamata e attraversamenti ben segnalati per la sicurezza sul viale Italia

Lunedì 15 Novembre 2021 — 17:03

Mediagallery

In riferimento ai recenti incidenti che si sono verificati nei giorni scorsi tra mezzi in transito e pedoni all’imbocco del viale Italia, all’altezza dell’ attraversamento antistante l’Arena Astra, l’Automobile Club Livorno concorda sull’urgenza di elevare il livello di sicurezza stradale in quel punto grazie all’installazione di un semaforo ‘a richiesta’. Ovviamente, considerata particolare e delicata posizione dell’attraversamento in questione, posizionato lungo un’arteria trafficata per parecchie ore al giorno, al fine di rallentare meno possibile il flusso del traffico la lanterna verde per i pedoni dovrebbe avere una cadenza non inferiore ai tre minuti. Oltre, ovviamente, essere munito di telecamere di sorveglianza come ripetiamo ormai da tempo, al fine di poter utilizzare il controllo delle immagini per verificare e accertare l’esatta dinamica in caso di avvenuti sinistri.

Peraltro, negli ultimi 3 anni il 30% di tutti gli incidenti rilevati nelle 12 strade a più alta incidentalità del territorio di Livorno è concentrato proprio in viale Italia, viale di Antignano e vie limitrofe. Dati alla mano, ci troviamo quindi in presenza di un tratto di strada estremamente pericoloso, con doppia funzione di passeggiata a mare e via di scorrimento. Conciliare questa duplice e spesso contraddittoria natura è certamente difficile, ma in ogni caso la sicurezza degli utenti della strada deve risultare assolutamente prioritaria.

Premesso che prevedere restringimenti di carreggiata può creare soltanto maggiore inquinamento e intasamenti del traffico del tutto ingiustificati, è evidente che la perdurante assenza di controlli su tutti gli utenti della strada renda problematica qualsiasi azione voglia essere intrapresa ai fini della sicurezza degli utenti. Riteniamo a tal fine possibile e auspicabile l’installazione di autovelox ed altre postazioni (di tipo dropbox): tutti strumenti che provocherebbero un sicuro effetto deterrente. Così come lo sarebbe il ridurre il numero attuale degli attraversamenti pedonali con i rimanenti, quelli selezionati come davvero importanti, ben segnalati con luci di avviso. E, laddove possibile, accompagnati dall’installazione di semafori ‘on demand’.

Riccardo Heusch e Virgilio Marcucci; presidente Commissione Traffico e Mobilità / Tutela Diritti Automobilisti AC Livorno

Riproduzione riservata ©

CERCHI VISIBILITÀ? CONTATTACI: 1,1 MILIONI DI PAGINE VISTE AL MESE E OLTRE 60.000 ISCRITTI SUI SOCIAL. PER PREVENTIVI HTTPS://WWW.QUILIVORNO.IT/RICHIESTA-PREVENTIVO-BANNER/ OPPURE [email protected]

GRAZIE!