Cerca nel quotidiano:


Ztl a pagamento, tassa o imposta?

Domenica 20 Novembre 2016 — 20:18

Risiedo nel quartiere più bello di Livorno….quello della Venezia, il centro storico della città quello
che racchiude nelle sue fortezze, edifici e canali, la storia di Livorno…quello adiacente al porto
mediceo e che flotte di croceristi devono obbligatoriamente attraversare per accedere al centro
cittadino o al lungomare. Un centro storico assai deturpato dai pesanti bombardamenti della
seconda guerra mondiale (basti pensare che un solo isolato del quartiere su quarantasette rimase
intatto) e che ancora oggi, nessuna amministrazione è riuscita a valorizzare e recuperare
adeguatamente. Malgrado ciò e fortunatamente, il quartiere è stato scelto in particolar modo
dalle nuove generazioni, come cuore della movida cittadina…logicamente il far affluire migliaia di
giovani ogni sera, in una modesta estensione territoriale, dovrebbe comportare da parte
dell’amministrazione azioni volte a garantire sia ai residenti che ai frequentatori dei numerosi
locali del quartiere che vogliono solamente passare una bella serata, tranquillità e la giusta quiete
richiesta per poter riposare. Una di queste azioni messe in atto dall’amministrazione, è stata
l’immissione a Ztl dell’intero quartiere dalle 20 alle 7…bene, finalmente…non è per niente
piacevole, per me lavoratrice rientrare verso le 21 e non trovare mai un posto auto!!!!
Adesso è stata formulata da parte della giunta, la discutibile decisione di far pagare ai residenti il
contrassegno per poter accedere e sostare nelle zone cittadine a traffico limitato….perchè questa
impopolare scelta? Se la risposta fosse per garantirci il posto auto a non più di un chilometro da
casa, (a tal proposito propongo che i residenti abbiano la possibilità di parcheggiare in ogni stallo
blu) più sicurezza e tutela nell’ambito del quartiere , per poter finalmente riqualificare il quartiere
e farlo diventare l’attrazione turistica e l’orgoglio dei livornesi tutti ( con l’apertura delle fortezze
medicee, il completamento dei lavori in pzza del logo pio, il polo museale, la riapertura del canale
di vle caprera, dei macelli, del forte san pietro, dei domenicani, delle due chiese, delle cantine…)
della città…a concretizzazione di queste utopie, la mia risposta sarebbe si al pagamento della
tariffa per il pass…

Laura Banchetti

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Carlo

    Il posto auto purtroppo non te lo garantisce nessuno!Troppe sono oramai le auto dei residenti.Pensate che negli anni 70, vi era solo un auto a famiglia ed era quella del papà.Ora invece,c’è l’auto della mamma,l’auto dei ragazzi e degli amici e…. alla fine questa è la realtà.Piuttosto è opinabile il pagamento delle stesse ai residenti,ma l’amministrazione ha deciso così……

  2. # adriano

    i tagliando prima auto gratis, seconda e terza auto giù pesanti forse sarebbe stato più equo
    oppure proporzionale al valore o cv. una panda non può pagare come un suv

  3. # Rino

    Non è detto che chi ha la panda sia più poveraccio di uno che ha un suv.Conosco gente che ha la panda ed è benestante,viceversa,conosco gente che ha il suv ed è senza un soldo e senza lavoro….