Cerca nel quotidiano:


Livorno Rugby under 14, partenza con il botto

Venerdì 30 Settembre 2016 — 17:32

Mediagallery

Esordio stagionale con il ‘doppia botto’ per il Livorno Rugby under 14. In casa, sul sintetico del ‘Maneo’, nella giornata di apertura del proprio campionato regionale, le due rappresentative di categoria biancoverdi hanno, secondo copione, vinto in modo largo, indiscutibile e perentorio i rispettivi incontri. Il Livorno 1 ha battuto il Cecina 35-12. La gara successiva, del Livorno 2 con il Bellaria Pontedera, si è ‘trasformata’ in amichevole: gli ospiti, presentatisi con soli 11 elementi, hanno perso a tavolino (20-0). Per far giocare i presenti, si è deciso di ‘prestare’ alla Bellaria quattro elementi (due per tempo). L’incontro, a senso unico, si è chiuso con l’affermazione dei labronici 97-0. Contro il Cecina in campo inizialmente De Rossi, Nannoni, Nicastro, Bradac, Cecconi, Lavorenti, Rossi, Gesi (cap.), Santuari, Piram, Amedeo Bianchi, Schillaci, Bruni. Entrati poi Pigliacelli e Freschi. Nella gara ‘amichevole’ con il Bellaria, utilizzati Quaglia (cap), Gioele Bianchi, Bernardini, Migli, Borgi, Gragnani, Lampugnale, Isozio, Volpi, Tavella, Tori, Vallati, Fava, Brusadin, Chierchia, Ferretti, e Lombardo. Al di là del valore degli antagonisti, i tre allenatori Massimiliano Ljubi, Stefano Gesi e Alessandro Gragnani sono soddisfatti del livello di gioco espresso. Oltre all’atteggiamento è piaciuta l’organizzazione in fase difensiva. La numerosa rosa (38 atleti a disposizione) consente di allenarsi sempre al meglio e da subito i ragazzi (nati negli anni 2003 e 2004) stanno lavorando con impegno. Già nella prossima settimana, l’asticella si alza: in programma una partita piuttosto dura contro Firenze: un buon banco di prova per testare la squadra biancoverde al termine del suo primo mese di lavoro. La stagione, che sarà caratterizzata fino a giugno da concentramenti zonali e tappe Superchallange, entra subito nel vivo.

LIVORNO RUGBY UNDER 12 2017

UNDER 12

Buona, anzi buonissima la prima per le due rappresentative del Livorno Rugby under 12. Nel debutto stagionale, nel concentramento andato in scena in questa calda domenica di fine settembre sul campo labronico ‘Tamberi’ di via Russo, le due formazioni biancoverdi hanno messo in vetrina qualità importanti per la categoria. Gli allenatori-educatori Riccardo Fabbrini, Rossano Campochiari e Piero Chiesa hanno diviso la propria ampissima rosa in due formazioni: la ‘verde’ e la ‘bianca’. Due compagini ‘equilibrate’, composte, in egual misura, da atleti del 2005 (al secondo anno fra gli under 12) e del 2006 (al loro esordio nella categoria). Cinque le partite giocate sia dalla squadra ‘Verde’ (che ha vinto tutte le gare disputate), sia la ‘Bianca’, che ha ottenuto tre vittorie, un pareggio (con i padroni di casa degli Etruschi) e una sconfitta (nel derby in famiglia con la ‘Verde’). Concentramento con al via solo formazioni cittadine: Livorno Verde, Livorno Bianco, Lions Amaranto ed Etruschi. La formula ha previsto un ‘mini’ campionato, con gare lunghe 10′. Di comune accordo, Livorno ‘Bianco’ e Livorno ‘Verde’ hanno saltato l’ultimo confronto in calendario: il derby di ritorno sarà recuperato nel corso delle sedute settimanali…. I tre allenatori-educatori biancoverdi sono estremamente soddisfatti del gioco espresso. La condizione degli atleti è già invidiabile. Domenica 9 ottobre secondo concentramento stagionale, a Portoferraio. L’annata è intensa e piena di appuntamenti. Per raggiungere mete di prestigio, la strada intrapresa è quella giusta. I giovanissimi atleti del Livorno ‘Bianco’ e del Livorno ‘Verde’ grandi protagonisti al ‘Tamberi’: Mattia Gizzarelli, Mattia Cioni, Edoardo Giammattei, Morgan Buda, Nicola Mazzoni, Davide Quercioli, Saverio Bianchi, Leonardo Migli, Nicola Brancoli, David Casolaro, Tommaso Perucci, Tommaso Guzzo, Gregorio Gambini, Giorgio Lenzi, Mattia Betti, Federico Cannone, Guido Pozzi, Leonardo Giunta, Diego Ceselli, Giorgio Paolo Bonsignori, Bruno Fava, Giorgio Barsotti, Omar Niccolai, Edoardo Mauri, Gregorio Paglini, Anna Romano, Mattia Cioni.

Riproduzione riservata ©