Cerca nel quotidiano:


A Porta a Mare passerella, piazza climatizzata e centro fitness

In quarta commissione consiliare è stata presentata la variante al piano particolareggiato. Ecco i dettagli

Domenica 1 Aprile 2018 — 06:15

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Novità in vista per la zona di Porta a Mare. L’amministrazione comunale il 26 marzo ha infatti presentato in quarta commissione consiliare la variante al piano particolareggiato per Porta a mare che riguarda principalmente le officine storiche dell’ex cantiere. È stata proprio Porta Medicea (del gruppo Igd), la società che si occuperà delle realizzazione delle nuove aree, a richiedere la variazione.”Per tutta la trasformazione urbanistica ci sono già i permessi a costruire – ha detto l’assessore Alessandro Aurigi – tuttavia abbiamo ritenuto doveroso mettere mano dove potevamo”. Ma cosa comporta questa variante? Innanzitutto una diminuzione della superficie residenziale (con un meno 12%), un lieve aumento della parte riservata al commercio (più 1%) e al terziario (più 2%). La rinuncia al vincolo di uso pubblico per quanto riguarda la campata minore dove probabilmente saranno fatti negozi e un centro fitness. La campata maggiore rimarrà per l’uso pubblico: in questa zona probabilmente sarà creata una piazza climatizzata, da poter fare usare ai livornesi durante tutte le stagioni.

Un altro punto della convenzione riguarda la torre dell’Orologio e la zona intorno: la variante infatti prevede che Porta Medicea abbia l’onere di restaurare l’area dell’Orologio, per un costo di circa 400mila euro. “In questo modo – ha commentato ancora Aurigi – si acquisirebbe la memoria storica del cantiere Orlando”. Infine si parla di realizzare una passerella di collegamento tra gli scali Novi Lena e via Levi, ovvero con la parte di negozi che già attualmente esiste. Con quest’opera si creerebbe un collegamento che andrebbe a rivitalizzare “una zona oggi percepita come distaccata da Borgo Cappuccini – ha concluso l’assessore all’Urbanistica – Un intervento che migliorerebbe la fruizione pubblica anche in rapporto col lungomare”. “Ciò consentirebbe la naturale prosecuzione – gli ha fatto eco l’architetto Paolo Danti – della passeggiata verso il viale Italia”.

Per i consiglieri Edoardo Marchetti (gruppo misto) e Valter Sarais (M5S) quella della passerella è un’opportunità da cogliere al volo, per la quale serve che venga fatto subito un cronoprogramma, senza attendere gli altri interventi. Giovanna Cepparello (Futuro) teme che questa nuova variante senza “una vera progettualità dell’area rimanga una cattedrale nel deserto”. Vede vantaggi maggiori per il privato il consigliere del Pd Jari De Filicaia, secondo cui però serve che “la questione relativa a Porta a Mare dopo vent’anni sia conclusa”.

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Sauro alfaioli

    Sono felice di sapere che verrà realizzata la passerella che avevo suggerito al sindaco circa 2 anni fa tramite e-mail. Saluti

  2. # LEGA prima gli ITALIANI

    Pesta Ugo ne hanno sparata un’altra,tieni il conto c’e ‘lavoro per te

  3. # Dai

    Quando uno non sa cosa fare a Livorno apre un centro fitness o un tatoo!!

  4. # max

    La cosa più importante è completare tutto al più presto perchè con i lavori a metà per il momento è un gran “troiaio”.

  5. # Pina Bellato

    …..Tutto bello!!! ….ma tappare le buche che sono sparse per Livorno no ??

  6. # Neo Residente

    “Realizzare una passerella di collegamento tra gli scali Novi Lena e via Levi”? Decisione saggia e giusta!
    Fiducioso nella concretizzazione della proposta!

  7. # Neo Residente

    Grande Sauro!!!!!

  8. # ZenEros in passerella

    Vai: eccone un’altra. Prego far intervenire urgentemente TENGOILCONTO in modo che anche questa bufala cada nell’oblio della “mente” collettiva pentagrillostellata. Nel frattempo l’oggetto misterico Nogarin è sempre a telefonare al grillo per l’ok oppure ci sa già dire che ne pensa?

  9. # Federigo II

    Centri commerciali , palestre e piazze in zone dove già adesso non si trova parcheggio pagando e ti devi fare pure 1 ora di coda in auto se arrivi nelle ore di punta, dal ponte di Trinità a Porta a mare. Auguri.

  10. # Marco

    Ormai questa giunta è arrivata al capolinea la loro occasione l’anno sprecata con 1000 promesse e una solo certezza l’aumento delle tasse dirette e indirette vedi le strisce blu che fosse per loro ce le farebbero anche in casa ns. comunque speriamo che l’opposizione faccia tesoro del disastro 5 stelle e si metta a lavorare per i LIVORNESI e non per le loro poltrone e il loro star bene, fusse che fusse la volta buona??

  11. # Elia

    Le urgenze di Livorno sono altre, le strade a pezzi, il degrado ecc e invece si pensa a rendere la viabilità per re Salotti…. bene e un po’ come mettere un lampadario di cristallo in una casa diroccata che cade a pezzi..bravi i 5stelle davvero bravi e io che ho disgraziatamente votato questo sindaco tutti i giorni mi mangio le mani in attesa delle nuove elezioni, non so ancora per chi ma il mio voto ai 5 stelle mai più

  12. # Gloria

    Ma dove vivi? C’è un parcheggio sotterraneo e costa 50 centesimi l’ora le prime due ore. Hai bisogno dell’elemosina per pagarle?

  13. # Davide

    Eh si. L’opposizione lavorera’ per i livornesi. Speraci vai

  14. # ross

    “Te lo faccio vedere chi sono io”del nostro grande Piero Ciampi,scomparso prematuramente nell’ottanta ,ci ha lasciato in eredità la sua poesia satirica che ,concettualmente ,è drammaticamente attuale.Leggendola, ognuno può immaginare i personaggi, oggi,fra di noi:

    Una regina come te in questa casa? ma che succede?
    Ma siamo tutti pazzi? ma io adesso sai che cosa faccio?
    Che ore sono? le undici? io fra – guarda – fra cinque ore
    Sono qua e c’hai una casa con quattordici stanze
    Te lo faccio vedere chi sono io. E che sono quei cenci
    Che hai addosso?! ma che è, ma fammi capire…
    Ma senti… ma io… ma come! Tu sei… sei la mia…
    E stiamo in questa stamberga coi cenci addosso!
    Ma io adesso esco, sai che cosa faccio? ma io ti porto…
    Una pelliccia… di leone… con l’innesto di una tigre
    Te lo faccio vedere chi sono io

    Senti, intanto però c’è un problema: siccome devo uscire
    Mi puoi dare mille lire per il tassì in modo che arrivo
    Più in fretta a risolvere questo problema volgare che
    Abbiamo? Te lo faccio vedere chi sono io, lascia fare
    A me, lascia fare a me, lascia fare a me perché… ti
    Devi fidare

    Ma che cosa ti avevo detto, una casa? ma io sai che cosa
    Faccio? ma io ti compro un sottomarino. Perché? se qui
    Davanti a casa nostra quelli c’hanno la barca e rompono
    Le scatole, io ti compro un sottomarino! così, sai, li fai
    Ridere tutti, questi, hai capito? Intanto facciamo una cosa
    Che fra cinque ore sono qua: tu metti la pentola sul fuoco
    Ci facciamo un bel piatto di spaghetti al burro mentre
    Aspettiamo il trasloco, poi ci ficchiamo a letto e te lo faccio
    Vedere chi sono io: ti sganghero! Te lo faccio vedere
    Chi sono io! Te lo faccio vedere chi sono io
    Sono un uomo asociale ma sono un uomo che ti…
    Io non ti compro il sottomarino: ti compro un transatlantico
    Basta che tu non scappi, stai attenta che… se scappi
    Col transatlantico ti affogo nel… nell’Oceano Pacifico
    Dai, dai, coricati, vai che ti sganghero
    Te lo faccio vedere chi sono io!

  15. # Veneziano

    Alle officine dell’ex cantiere vedrei bene il museo dei Macchiaioli Giovanni Fattori arricchito con altre opere chiuse nei magazzini dell’attuale museo nascosto al turismo dei crocefissi e non solo..
    Sarebbe il posto giusto per valorizzare e dare nuova vita a uno dei musei più significativi dell’arte italiana nel mondo, i Macchiaioli…un fiore all’occhiello che altre città avrebbero proposto al grande pubblico.

  16. # Nogarello

    Mi manca tengo il conto!!!!!

  17. # Fabio 1

    Ma, pensare a far venire/aprire fabbriche in modo che poi si possa andare a comprare nei negozi? Vedo un grande apri-chiudi di negozi che non mi pare ci sia la necessità di aprirne altri.

  18. # Ivo

    Condivido, ottima idea.

  19. # alfredo

    Più che altro andrebbe riempito il fosso pieno d’ acqua che fu costruito anni addietro, non si sa bene per quale ragione, e che divide in due Porta a mare e farci un grande parcheggio gratuito per le auto

  20. # perigle

    ottima idea …qualcosa che dia lavoro ai cittadini non mega palestre private siamo gia pieniiii…tanto spazio tanti operai …come dava il nostro cantiere

  21. # rena

    Bravo PERIGLE io sono perfettamente d’accordo ma temo che per scelte fatte a suo tempo , che hanno totalmente distrutto il comparto della navalmeccanica , e , ora dove si lavorava con macchine utensili pezzi di nave ci porteranno le palestre e chissà cosa altro dobbiamo ringraziare alcuni politici di questo e i posti di lavoro quei pochi che saranno precari e a termine come del resto sta avvenendo ora in tutta la città