Cerca nel quotidiano:


Al Circolo Masini secondo appuntamento con Ravel

Martedì 1 Novembre 2016 — 08:51

Mediagallery

Prosegue al Circolo Masini il ciclo dedicato a Maurice Ravel. Domani, 2 novembre, alle ore 16, Aldo Salvatori parlerà delle due opere composte dal musicista francese, L’Enfant et les sortileges e L’Heure espagnole. L’enfant et les sortileges, nota in Italia con il titolo Il bambino e i sortilegi, fu rappresentata per la prima volta il 21 marzo 1925 a Monte Carlo sotto la direzione di Victor de Sabata e mette in musica un libretto originale e fantastico della scrittrice Colette. Un bambino, punito dalla madre perché non vuole fare i compiti, è preso da un eccesso d’ira, getta a terra la tazza e la teiera e si abbandona ad altri atti vandalici fino ad esclamare “Sono libero, libero, cattivo e libero” per poi addormentarsi esausto. Nel sonno tutti gli oggetti che lui ha distrutto si animano, il enfant-et-les-sortilegesgatto e lo scoiattolo che lui ha tormentato, si rivolgono contro di lui per cercare vendetta per placarsi solo quando il bambino porterà soccorso allo scoiattolo ferito. Con quest’opera Ravel ebbe modo di dimostrare tutte le sue capacità di orchestratore che gli consentirono di tradurre in musica tutte le onomatopee contenute nel libretto di Colette con soluzioni ironiche e raffinate. Non meno originale L’heure espagnole (L’ora spagnola) composta nel 1907 e rappresentata per la prima volta nel 1911, rappresenta il versante iberico della personalità di Ravel che in quest’opera evidenzia temi e sonorità tipici delle proprie origini basche. Il ciclo si concluderà con un terzo appuntamento che sarà dedicato alla musica pianistica del musicista francese.

Riproduzione riservata ©