Cerca nel quotidiano:


Al via “A scuola di impresa”, 5mila euro alle start up

E' iniziata la seconda edizione di "A scuola di impresa", l'iniziativa organizzata dalla Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno

Mercoledì 2 Novembre 2016 — 12:34

Mediagallery

di Filippo Ciapini

E’ iniziata la seconda edizione di “A scuola di impresa”, l’iniziativa organizzata dalla Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno che garantirà agli aspiranti imprenditori di avviare la propria start up grazie ai contributi a fondo perduto. “Saranno disponibili 5000 euro“, spiega Katia Le Rose, responsabile del bando e tutore. I 64 beneficiari del bando, provenienti da tutta la provincia di Livorno, avranno la possibilità di partecipare ad un percorso formativo che durerà dal 2 al 29 novembre per un totale di 48 ore suddivise tra sessioni formative e laboratoriali. Ci saranno delle parti legate al Marketing, alla gestione del profitto e anche lezioni legate al crowdfunding, il tutto con un ripasso finale.
“Riteniamo essenziale fornire le prime basi ai neo imprenditori – continua Marta Mancusi, anche lei tra le responsabili del bando – sembra una banalità, ma quando si apre e poi si chiude ci sono grossissime ripercussioni sia in famiglia che fiscali.  Circa il 60% è costretto a chiudere dopo pochi mesi di attività, per questo vi dico di non arrendervi subito, ma di continuare ad investire”. Gli aspiranti imprenditori hanno fra i 18 e i 60 anni, di questi il 64% ha meno di 40 anni. Le donne presenti sono circa il 58%, tra queste 21 sono under 40 mentre le restanti 16 sono over 40.
Questo progetto è molto valido perché oltre ad incentivare l’avvio delle imprese aiuta anche a portarle avanti – conclude il Commercialista Matteo Trumpy – chi si dedica 24 ore al giorno alla sua impresa non è detto che faccia successo. Oggi chi fa impresa deve saper trattare con le banche e fare da commercialista, oltre a dover redigere un Business Plan come nelle grandi aziende”.

Riproduzione riservata ©