Cerca nel quotidiano:


Alluvione. Ecco come verranno distribuiti i 400mila euro a disposizione

Tanti i criteri con cui si valuterà a chi attribuire i fondi. Ecco quali

Mercoledì 7 Febbraio 2018 — 07:37

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

È più vicino il bando per l’erogazione dei contributi da parte del Comune a chi è stato colpito dall’alluvione. Nella prima commissione consiliare del 5 febbraio sono stati infatti portati in aula dalla vicesindaco Stella Sorgente i criteri di massima mediante i quali l’amministrazione intende distribuire i fondi. Attualmente sul conto corrente del Comune “Livorno nel cuore” sono presenti oltre 200mila euro, a cui sono da aggiungere altri 200mila euro previsti nel bilancio di previsione. Trentacinquemila euro sono stati già stati impegnati per il contributo idonea sistemazione.
Quali sono allora questi criteri? Il primo è quello di avere un Isee ovvero un indicatore sulla situazione economica. Saranno accettati anche coloro che hanno un Isee sopra i 36mila euro. Sarà dato un contributo maggiore a chi ha un Isee minore. Punti ulteriori saranno assegnati a chi ha nel nucleo familiare una persona con meno di 18 o con più di 65 anni oppure portatori di handicap o invalidi.

Verrà poi attribuito un maggiore punteggio a chi ha perso il lavoro negli ultimi due anni. Saranno considerati anche l’entità del danno subito e il fatto di non avere ancora avuto un contributo.
Da Palazzo Civico hanno fatto sapere poi che esiste la possibilità che siano dati più punti a coloro che hanno avuto un danno sia a livello privato sia sul piano imprenditoriale.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Ale

    Finalmente un po’ di trasparenza

  2. # Carletto

    Un grande grazie al Presidente della Regione Toscana che ha erogato il contributo dettagliando i metodi attribuzione e i criteri.

    1. # Mario

      Questi sono i soldi raccolti con le donazioni spontanee e con le manifestazioni dedicate a Livorno nel Cuore dopo l’alluvione. Quelli di Rossi, che ringraziamo di cuore per avere tralasciato le polemiche sterili ed essersi attivato subito, sono altri 28 milioni di euro complessivi, e sono già in distribuzione 600 euro mensili per gli sfollati (come prima misura) più ulteriori 200 euro mensili per ogni componente della famiglia over 65 o invalido.

  3. # sasa

    non dire gatto finché non è nel sacco…… voglio vedere i fatti anzi…i soldi

  4. # Franchino

    Dovrebbe rendere almeno il suo stipendio di settembre dato che non era disponibile la notte della tragedia

  5. # Sirio

    Il contributo maggiore ci sarà quando la Procura avrà terminato. Solo allora vedremo un giusto risarcimento

    1. # Giulia

      Giusto! E mi hai fatto venire anche il magone. Speriamo che la giustizia soppesi bene tutte le cose che NON sono state fatte quella terribile notte!

  6. # marco62

    Ringraziamo il Presidente della Regione Toscana, che da subito si è attivato per accorciare i tempi burocratici e far sì che i fondi siano disponibili. Vediamo quanto tempo occorre al Comune per effettuare l’assegnazione dei fondi.

  7. # Angela

    Io continuo a non capire perche’ non si parla anche di chi ha subito danni e perdite nei terreni agricoli, perdita di animali, di recinzioni e di macchine agricole.Risarcimento zero? Boh? Che qualcuno ci dica o spieghi qualcosa…

  8. # Franco

    Si fa Bello con i soldi degli altri , ha ragione Franchino, rinunci almeno ad un stipendio il grande Sindaco