Cerca nel quotidiano:


Amianto alla pista Ivo Mancini. Marcis: “Mancate comunicazioni. Serve chiarezza”

Sabato 17 Luglio 2021 — 08:51

Mediagallery

In riferimento al ritrovamento di materiale potenzialmente nocivo, nell’area della Pista Ciclistica di Stagno interessata da lavori di scavo da parte di ENI, ci preme ricostruire alcuni passaggi approfonditi attentamente dopo la commissione consiliare.
Visto che il materiale veniva recintato e messo in sicurezza, proprio durante la commissione di martedì 13 Luglio, vorremmo capire e porre all’attenzione pubblica il fatto che il documento affisso alla recinzione del materiale riporta come data il 15 giugno.
Ci chiediamo quindi come mai il Sindaco, o l’Assessore preposto, nei Consigli Comunali del 25 Giugno e del 8 Luglio scorsi, tra le loro comunicazioni, non abbiano informato il Consiglio e di conseguenza i Cittadini di cosa era stato ritrovato, in quei giorni, alla Pista Ciclistica di Stagno, ben prima dunque della Commissione Consiliare che si è tenuta un mese dopo il confezionamento del materiale contaminato.
Abbiamo quindi chiesto, nella Commissione Consiliare del 13 Luglio appena siamo stati resi edotti della situazione, di effettuare carotaggi più estesi orizzontalmente sull’area, prendendo atto invece che saranno 8 i punti di carotaggio e piuttosto vicini tra loro intorno al punto di ritrovamento. Per fare piena luce sulla questione, considerando che l’area in oggetto è grande quasi 2 ettari e molto frequentata trattandosi di un’area pubblica sportiva, come è possibile rassicurare i cittadini che il resto dell’area sia incontaminato?
Vigileremo costantemente sulla vicenda affinché ci sia totale trasparenza e massima informazione alla cittadinanza.

Cittadini in Comune per Collesalvetti

Riproduzione riservata ©