Cerca nel quotidiano:


“Arance della Salute”, Ctt e Airc in piazza insieme

Sabato 27 gennaio, a partire dalle 9, in piazza Grande ed in piazza Cavour. Testimonial dell'iniziativa il campione di canottaggio Mauro Martelli ed il comico livornese Michele Crestacci

Sabato 27 Gennaio 2018 — 07:50

Mediagallery

Sana alimentazione, attività fisica e corretti stili di vita: tutti possiamo fare la nostra parte per prevenire il rischio di cancro. Sabato 27 gennaio, a partire dalle 9 in piazza Grande ed in piazza Cavour, sarà possibile acquistare le arance della salute.
L’iniziativa è promossa dall’Airc per raccogliere fondi a favore della ricerca sul cancro.
Testimonial dell’iniziativa il campione di canottaggio Mauro Martelli ed il comico livornese Michele Crestacci. L’Associazione come già da alcuni coinvolge Ctt Nord che parteciperà in maniera attiva alla vendita delle arance con la partecipazione del circolo ricreativo e dei suoi soci.

Si tratta infatti di arance rosse, rigorosamente di origine italiana, che contengono gli antociani, pigmenti naturali dagli eccezionali poteri antiossidanti, e circa il quaranta per cento in più di vitamina C rispetto agli altri agrumi.

Con una donazione di 9 euro sarà possibile ricevere una reticella da 2,5 kg di arance e una guida con preziose  informazioni per la selezione dei cibi da portare in tavola e per una lettura consapevole delle etichette alimentari.
Insieme possiamo garantire la prima grande iniezione di risorse ai nostri ricercatori. Ma sarà anche un gioioso momento per ritrovarsi tutti insieme, sostenitori, ricercatori, volontari e persone che hanno combattuto e vinto contro la malattia. Senza dimenticarsi che le arance di Airc non sono solo un simbolo di questa grande sfida che ci unisce, ma rappresentano uno degli elementi chiave per contrastare l’insorgenza della malattia.

Corretta alimentazione, attività fisica e stili di vita salutari: un tumore ogni tre potrebbe non insorgere se seguissimo queste tre semplici indicazioni, come sarà possibile leggere nell’edizione speciale del notiziario Airc “Fondamentale” che sarà distribuito nelle piazze con le arance.

Alcuni tipi di tumore in particolare sono più sensibili agli effetti del cibo. La conferma viene da grandi studi internazionali, come Epic (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), realizzato grazie anche al contributo di Airc. Per oltre vent’anni i ricercatori hanno osservato le abitudini alimentari dei cittadini europei e i risultati confermano che esofago, stomaco e intestino – gli organi più direttamente coinvolti – sono quelli che beneficiano maggiormente delle abitudini preventive.

La sana alimentazione però non basta. È importante associare a una dieta equilibrata anche un’attività fisica regolare – anche solo 30 minuti di camminata al giorno – che contribuisce a diminuire del 20-40% il rischio di tumore al colon, all’endometrio e del polmone, oltre a influire sulla prevenzione del cancro al seno.

“Grazie ai progressi della ricerca e alla sempre maggiore conoscenza del sistema immunitario, oggi sappiamo che è possibile allenare le nostre difese naturali affinché siano sempre pronte a proteggere, nel modo migliore, il nostro organismo – sottolinea Alberto Mantovani, ricercatore Airc, direttore scientifico Irccs Istituto Clinico Humanitas e docente Humanitas University – È sempre più evidente che lo stile di vita costituisce per il nostro sistema immunitario una vera e propria palestra, perché ne influenza il funzionamento. 0-5-30 è la formula vincente da adottare ogni giorno: 0 sigarette, di qualunque tipo, 5 porzioni di frutta e verdura e 30 minuti di esercizio fisico moderato”.

Riproduzione riservata ©