Cerca nel quotidiano:


Atelier del Teatro, via al laboratorio 2017/18

Sabato 23 Settembre 2017 — 09:42

Mediagallery

L’originalità dell’esperienza dell’Atelier nasce dal fatto che non esistono molte esperienze simili  che mettano contestualmente alla prova giovani studenti in diversi periodi del loro percorso formativo, scuola, università e lavoro con la partecipazione di attori che hanno un percorso affrontato in situazioni teatrali consolidate.
Tutto questo permette di sviluppare la capacità di aprirsi all’esterno, di confrontarsi, di imparare a socializzare il puro individualismo del teatrante con il gruppo con altri. Il teatro come momento e punto d’aggregazione permanente, alternativo ai consueti luoghi deputati al ritrovo delle nuove generazioni. L’Atelier nasce come Teatro Sperimentale Zero nel 1968 , fondato da Giancarlo Sacripanti e da altri compagni di università con l’intenzione di  aggregare diverse affinità elettive  con  una  presenza attiva  e innovativa  in una    Livorno troppo spesso disattenta alla creatività giovanile. Anni di diverse esperienze  con una crescita professionale sempre più accurata ed una risposta territoriale sentita.
L’Atelier con una serenità tutta giovanile che la contraddistingue ancora oggi, partecipa nel corso degli anni a diverse rassegne tra cui , per invito, alla Versiliana ,ed  è tra i  fondatori  dell’Atelier della Costa Ovest di Collesalvetti, centro storico di sperimentazione del territorio. Costituisce insieme ad altri giovani amici in cerca di esperienze comunicative, Radio Alice e poi vive  in prima persona il CECUPO di via degli Asili, chiuso  nel 2011 dal Comune di Livorno.  In una storia culturale sempre in salita l’Atelier, dove il laboratorio teatrale del Liceo Enriques rimane  il luogo sacro,  non rinuncia e continua a essere un punto di riferimento per un teatro di ricerca e sperimentazione.  Il laboratorio 2017 -18 vede sempre impegnato Giancarlo Sacripanti filosofo, docente di psicologia, pedagogia e filosofia, che mette in gioco le proprie competenze di regista teatrale e docente di recitazione per promuovere il pensiero positivo di chi cerca la serenità personale.
Collaborazione artistica:  Silvia Rosellini attrice e manager dello spettacolo, Guenda Mai attrice e insegnante di recitazione, Rachele Bastianoni organizzazione artistica del Laboratorio, Mattia Damiani, musicista e docente  di musica, Valentina Vasta, coreografa. a
L’Atelier del Teatro è in via T. Guerrazzi 59-61

Riproduzione riservata ©