Cerca nel quotidiano:


C Gold. Pielle prima, segue il Don Bosco. Ko la Libertas

Lunedì 30 Gennaio 2017 — 19:32

Mediagallery

In serie C Gold, la Pielle si conferma in testa. Secondo posto in solitaria per il Don Bosco. Cade invece la Libertas.

Pielle Livorno 87 – Avis Montale 71 (27-18, 50-31, 73-52, 87-71)
Pielle: Massoli 1, Burgalassi 13, Malvone 4, Giannetti, Cianetti 2, Capobianchi 7, Dell’agnello 7, Sidoti 21, Vannini 4, Lorenzini, Venditti 8, Buzzo 20. All. Mori

Quinta vittoria consecutiva per la Pielle che si sbarazza di Avis Montale. Avvio di partita di grande intensità per i livornesi che producono un parziale immediato di 9 a 0 che obbliga Montale a ricorrere ad un minuto di sospensione. L’Avis priva di un uomo fondamentale come Nesi ma pur sempre pericolosa e combattiva (nell’arco della gara Rossi e Magni determinanti) non riesce a tamponare l’impeto della Pielle che continua a recuperare palloni e finalizzare in contropiede soprattutto con Buzzo e Burgalassi chiudendo il secondo periodo in vantaggio 50 a 31.
Terzo tempo equilibrato mentre il quarto chiude definitivamente i giochi.

Pallacanestro Don Bosco – Altopascio 79-59 (18-12: 32-29; 55-42; 79-59)
Pallacanestro Don Bosco: Creati 4, Graziani 8, Maric 6, Soriani, Schiano 9, Banchi 8, Thiam, Marchini 26, Zanini, Calvi, Pastusena 18. All. Saibene
Altopascio: Cappa 13, Parrini 7, Siena 15, Vannini 12, Fiorindi , Ghiaré 2, Pellicciotti, Mazzanti, Trillò 4, Baroncelli 6. All. Tonti

Secondo successo consecutivoper il Don Bosco; una settimana dopo aver regolato Prato, gli uomini di Saibene regolano anche Altopascio. Lo fanno al termine grazie ad una difesa in grado di sporcare le percentuali degli ospiti, alla fine costretti ad un misero 28 % dal campo. Tra i singoli da segnalare la super prova di Marchini, artefice principe del break decisivo a fine terzo quarto. Per il capitano alla fine ci sono 26 punti in 28′ di utilizzo, con ben 6 “bombe” realizzate, su 9 tentativi. Bene anche Pastusena, in versione signore degli anelli; per il lettone doppia doppia (18 punti e 15 rebounds) ed una ottima difesa sul pivot avversario Vannini. Saibene inizia con Banchi, Marchini, Schiano, Soriani e Pastusena, dall’altra parte il grande ex Tonti risponde con Fiorindi, Siena, Cappa, Parrini e Vannini. I primi punti della partita li segnano gli ospiti con Siena, autore di un bel gioco da tre punti, al quale il Don Bosco replica con un bel 7-0 che spinge a + 4 la truppa livornese, un vantaggio che Marchini e compagni aumentano fino al 18-12 del primo intervallo. Grazie principalmente all’ottima difesa che sporca le percentuali di Altopascio. Vannini e compagni chiudono i primi 10′ con un misero 3/17 dal campo. Il refrain non cambia nel secondo quarto, si alzano i ritmi, il Don Bosco prova la fuga: una tripla di Marchini sigla il + 9, sul 29-20, ma è pronta la risposta di Altopascio; parziale di 9-2 e partita di nuovo in equilibrio. Lo dice il parziale di metà partita, con il Don Bosco avanti per 32-29. Top scorer dei primi 20′ i due pivot, Vannini e Pastusena: per entrambi 8 punti. Per il lettone anche 6 preziosissimi rimbalzi.
Al rientro dagli spogliatoi Saibene sceglie Marchini, Banchi, Maric, Schiano e Pastusena. Tonti replica con Parrini, Fiorindi, Siena, Cappa e Vannini. Parte bene il Don Bosco, trascinato da Pastusena ed arriva fino a + 8. Altopascio non ci sta, si riporta in scia ed è qua che si scatena Marchini. Il capitano mette due triple di fila spingendo al massimo vantaggio, sul + 10, i rossoblu, costringendo Tonti al time-out. Margine che si amplifica fino al +13 dell’ultimo intervallo, grazie ad una tripla di Graziani proprio sulla sirena. Il ritornello continua anche nei primi minuti dell’ultimo quarto: a 7’12” dal termine la partita è ormai indirizzata, sul + 19 per i rossoblu (65-46). Il resto della partita conta solo per le statistiche, ed alla fine i labronici festeggiano la seconda vittoria consecutiva, volando solitari al secondo posto in classifica, alle spalle dei “cugini” della Pielle.

Pallacanestro 2000 Prato – Libertas Livorno 67-64 (19-20, 21-18, 12-9, 15-17)
Pall. Prato: Pinzani, Biscardi 3, Camerini 14, Staino 18, Corsi 2, Vannoni 8, Evotti 10, Mariotti, Smecca 3, Sangermano, Parenti, Meucci 9.
Libertas Livorno: Marchini 9, Congedo, Dell’Agnello 23 (+ 19 rimbalzi), Ristori, Mariani 7, Mangoni, Brunelli, Nesti 13, Armillei 9, Beltran 3.
All. Pardini

Niente poker per la Libertas Livorno che ferma la sua striscia positiva a 3 vittorie. Il campo di Prato si conferma ostico nel girone, ciò nonostante la Libertas lotta fino alla fine e cede solo nei minuti finali. Coach Pardini commenta così la gara: “Anche se la sconfitta fa male, sono soddisfatto perché la squadra ha giocato bene, non siamo mai usciti dalla partita e anzi in varie occasioni siamo stati avanti. Certo siamo stati meno cinici di loro nei momenti finali, ma la squadra concreta e abbiamo mostrato la consueta buona difesa. Dobbiamo però rendere merito agli avversari, allo staff tecnico pratese e a Staino che ha segnato ben 3 bombe decisive di puro talento. Quindi davvero complimenti a Prato per la vittoria meritata. Ad onor del vero sul – 2, non c’è stato un fischio su Nesti in contropiede che ci ha penalizzato, ma sarebbe davvero sciocco ridurre la sconfitta a questo. Gonzago, neo arrivato con soli due allenamenti con la squadra, ha giocato una gara solida e conto di poterlo utilizzare di più già dal prossimo match per allungare di nuovo le rotazioni che stanno costringendo alcuni dei ragazzi a minuti extra che paghiamo con la scarsa lucidità nei finali di partita”.
Prossimo impegno, finalmente fra le mura amiche domenica prossima contro Carrara.

Riproduzione riservata ©