Cerca nel quotidiano:


C Gold. Trionfano tutte le squadre livornesi

Martedì 25 Ottobre 2016 — 17:42

Mediagallery

In serie C Gold vincono tutte le livornesi. Giornata da incorniciare quindi per Libertas, Pielle e Don Bosco.

CMC Carrara- Libertas Livorno 65-76 (17-17, 15-14, 16-25, 17-20)
CMC Carrara: Tognozzi, Lorenzi 12, Donati 11, Fiaschi 27, Leporati, Mancini, Peselli, Borghini 9, Gianati, Ferrari 6
Libertas Livorno: Dell’Agnello 23, Picchianti 3, Mori, Mariani 10, Maritano 3, Magoni, Nesti 11, Armillei 12, Pantosti 5, Dal Canto 9. All. Pistolesi, Ass. Parcesepe

Seconda vittoria in fila per la Libertas Livorno che ha espugnato il non facile campo di Carrara. Un successo importante per la truppa di coach Pistolesi che dà quindi continuità alla bella prestazione di domenica scorsa contro Prato bissando svolta in trasferta, dettaglio non da poco. Certo Carrara era (e rimane) ancora a secco di vittorie, ma non per questo la CMC non avrebbe venduto cara la pelle anzi, avendo anche tra le loro fila due super del campionato come Fiaschi e Donati. Queste le parole del coach gialloblù: “Abbiamo avuto un ottimo approccio alla gara, partendo in vantaggio 7-0 e quindi mandando subito un chiaro messaggio agli avversari, sebbene poi la partita sia andata avanti in sostanziale equilibrio per i primi venti minuti. Le nostre rotazioni un attimo più lunghe ci hanno consentito di stare in equilibrio ed allo stesso tempo far risparmiare preziose energie ai titolari e la lieta sorpresa Pantosti (’98 che conosco da quando ha 6 anni e del quale ho totale fiducia come del resto negli altri under) ha dimostrato la bontà del nostro settore giovanile. Terzo quarto e come la settimana scorsa con Prato spezziamo l’equilibrio grazie ad una difesa aggressiva ed in attacco acceleriamo spesso in situazioni di soprannumero chiudendo sul più 10 al trentesimo. Nell’ultimo periodo, infine, siamo stati bravi a gestire con personalità e sicurezza i tentativi di rimonta dei locali che agganciati al talento cristallino di Fiaschi le hanno provate di tutte per giocarsela sino alla fine, ma invano. Confortanti le prestazioni di Dell’Agnello (23 punti e 12 rimbalzi) di Mariani, Nesti e Armillei ed importante conferma della crescita di Andrea Dal Canto in regia da aggiungere all’ottimo Pantosti di cui sopra. Quello che più interessa è la crescita a livello di gioco e di intesa tra i singoli e direi che queste due ultime prestazione ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta. Adesso abbiamo un trittico da “urlo” Lucca in casa (con penalizzante spostamento d’ufficio al giovedì che ci costringerà ad un Tour de Force notevole), Empoli in trasferta al sabato e poi la settimana dopo derby con la Pielle, al termine delle quali, dopo sette partite, potremo avere un’ idea di quello che siamo e che potremo essere”.

Pallacanestro Don Bosco – Legnaia 61-47 (19-13; 32-25; 51-38; 61-47)
Don Bosco: Creati F. 5, Creati M. 5, Graziani 3, Maric 3, Soriani ne, Schiano 12, Banchi 15, Colombo 7, Marchini 8, Batori 2, Pastusena 2. All. Saibene
Legnaia: Zani 14, Temoka 7, Conti 7, Malalan 2, Nardi 3, Cambi 8, Tarchi P. 3, Vienni, Dozzani ne, Rosi, Tarchi M. 3, Ademollo ne. All. Zanardo

Continua l’ottimo momento del Don Bosco. Gli uomini di Guido Saibene conquistano la terza vittoria consecutiva. Dopo i successi di Prato ed Altopascio, arriva anche il primo successo casalingo. Contro Legnaia, una partita nella quale Marchini e compagni conducono dal primo al 40′ di gioco. Inizia bene il Don Bosco, tanto che dopo appena 2′ 23” il tabellone recita +8 per la squadra di coach Saibene. Il resto del quarto prosegue sul filo dell’equilibrio, con il Don Bosco che riesce a mantenere un vantaggio oscillante tra i 6 e gli 8 punti. Nonostante qualche errore di troppo dal campo, ampiamente compensato da una ottima difesa che concede a Legnaia appena 13 punti nel primo quarto, con 4/13 dal campo. Il canovaccio tattico non cambia nel secondo tempino, con Legnaia che si avvicina fino al -2 grazie ai buoni risultati della difesa a zona. Negli ultimi 50” secondi arriva lo strappo targato Alessandro Banchi, il figlio d’arte infila 5 punti consecutivi portando i suoi all’intervallo lungo sul + 7. L’ottimo momento dei padroni di casa continua anche l ritorno in campo. Banchi e compagni stampano un parziale di 8 a 0 che porta il Don Bosco al massimo vantaggio, sul 40-26. E’ il break decisivo, gli uomini di Saibene controllano il punteggio senza troppi problemi portando a casa il terzo successo consecutivo ed agganciando, sia pure in larga coabitazione, la vetta della classifica, complice la contemporanea sconfitta di Valdisieve ad Empoli.

Pielle Livorno – Synergy Valdarno 66-65 
Pielle: Malvone 7, Dell’agnello 13, Sidotti 21, Venditti 13, Buzzo 5, Massoli 4, Bertolini, Burgalassi 3. All Mori
Synergy Valdarno: Dainelli 3, Innocenti 9, Yerandy 14, Fontani 14, Pelucchini 6, Bucciolini, Mecaj 2, Basilico’ 6, Norci Ne, Calosi 3, Cardo8, Ceccherini ne. All Caimi

La Pielle mantiene l’imbattibilità casalinga vincendo per 66 a 65 grazie ad un canestro di Sidoti a 4 secondi dalla fine della gara. Finale appunto incandescente con canestro da tre del sorpasso Sinergy (+1) a 25 secondi dalla fine di Pelucchini, al quale fa seguito quello di Francesco Sidoti (certamente il migliore in campo per le triglie) e tiro finale del Sinergy effettuato da Fontani fortunatamente sul ferro. Gara condotta ampiamente fino alla fine del “primo tempo” dalla Pielle, dopo i livornesi vanno un po’ in tilt e permettono a Valdarno di rifarsi sotto. Sarà poi la maggiore voglia di vincere l’arma vincente del quintetto di Mori che dovrà ringraziare Sidoti per questi due punti conqusitati.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!