Cerca nel quotidiano:


C Silver. Labronica sempre più leader, cade l’Us

Lunedì 5 Dicembre 2016 — 18:32

Mediagallery

In C Silver, continua senza sosta la cavalcata trionfale della Labronica che vince la nona partita di fila. Brutta sconfitta invece per l’Us contro San Vincenzo.

Bon Ton Labronica Basket – Juve Pontedera 71-52 (22-17, 34-31, 57-37, 71-52)
BON TON:
Giardini 6, Sollitto 9, Vaccai 17, Magonzi ne, Papini, Spinelli 4, Filippi, Melosi ne, Gigena 23, Niccolai 10, ambi 2. All. Bellavista.

Adesso c’è una fossa fra il Bon Ton Labronica Basket e le inseguitrici: 6 punti che testimoniano quanto la squadra di coach Bellavista abbia voluto lanciare un messaggio chiaro al campionato di Serie C Silver. Domenica sera, sul parquet di via Pera, è arrivata infatti la nona vittoria consecutiva su nove incontri, al termine di una gara spaccata nella ripresa con un parziale di 23-6 dettato da un super Simone Vaccai: per lui 24 di valutazione frutto di 17 punti, 7/10 dal campo, 5 rimbalzi, 5 assist e altrettanti scippi trasformati in 10 punti in contropiede. Consueta partita di sostanza di super Mario Gigena (23 punti silenziosi e letali), da aggiungere alla forza rocciosa dentro il pitturato di Niccolai e Giardini, all’efficacia sul perimetro di Sollitto e Niccolai e ai minuti di qualità dei giovani. Per non parlare di Alessio Melosi, attualmente ai box per un risentimento muscolare, ma sulla via del recupero.  Adesso il derby con l’U.S. Livorno (sabato pomeriggio alle 18.15) e poi ultimo impegno prima della sosta natalizia al cospetto dell’Audax Carrara dell’ex “Izio” Gusti.

San Vincenzo – Us Livorno 84-61 (21-16, 44-26, 67-44)
San Vincenzo: Perin 27, Corzani 29, Innocenti 4, Agostini 5, Pagni 15, Viti 2, Govi, Macchia, Bellucci, Gencarelli. All. Baroni
Us: Mariani 15, Caparrini 12, Vukich 10, Seminara 10, Volpi 5, Davini 4, Lenzi 2, Vannini 2, Zucchelli 1. All. Caverni

Pesante sconfitta per l’US Livorno sul campo di San Vincenzo. Un match quasi mai in discussione con i ragazzi di Caverni che hanno resistito soltanto un tempino prima di alzare bandiera bianca. Il divario tra le due formazioni è sempre aumentato con il passare dei minuti fino ad arrivare al più 23 finale. Tra le fila dei livornesi si salvano Mariani e Caparrini.

 

 

Riproduzione riservata ©