Cerca nel quotidiano:


C Silver. Bene Labronica,
Us cade con Arezzo

Lunedì 10 Ottobre 2016 — 19:06

Mediagallery

Gioie e dolori per le formazioni livornesi al debutto in C silver. Sorride la Labronica che sconfigge Viareggio mentre l’Us finisce ko contro Arezzo.

Bon Ton Labronica Basket – Vela Viareggio 83-61
BON TON:
Giardini 15, Sollitto 2, Vaccai 11, Magonzi, Papini, Spinelli 10, Filippi, Melosi 15, Gigena 17, Niccolai 13, Bambi. All. Bellavista.
Parziali: 17-14, 47-26 (30-12), 69-43 (22-17), 83-61 (14-18)

La domenica perfetta. Quella che vorresti sempre: la prima squadra che stravince l’esordio stagionale e una palestra traboccante all’inverosimile per omaggiare la carriera di Stelio Posar.  Posar – classe 1933, 44 presenze in nazionale tra Europei e Mondiali – è stato un grandissimo della pallacanestro italiana e livornese. Il primo uomo del “tiro in sospensione”, nonché allenatore di generazioni e generazioni della palla spicchinostrana. Strada facendo ha scoperto Alessandro Fantozzi, Walter De Raffaele, forgiato allenatori del calibro di Marco Bonciani e Mauro Volpi: “Fatemi un favore – le parole di Stelio – torniamo presto in Serie A…”. Grandinata di applausi, una targa alla carriera consegnata da Ale Fantozzi e il ritiro della maglia numero 14 del Cama Livorno, la prima società livornese a mettere piede nella massima serie negli anni ’50. Un intervallo, voluto e organizzato nei minimi dettagli dalla Labronica nelle persone del presidente Maurizio Bianchi e del consigliere Alessandro Cirinei, di una gara che il BON TON ha dominato per la larga parte.  Avvio in sordina di Gigena e soci (17-14), in attesa di un parziale terrificante che, di fatto, congela il risultato alla pausa lunga (47-26). La seconda metà serve soltanto a favorire le rotazioni e a modellare le statistiche. La Labronica chiude con ben sei uomini in doppia cifra (Gigena, Melosi, Giardini, Niccolai, Vaccai e Spinelli) e la testa, adesso, è già proiettata sulla trasferta di San Giovanni Valdarno.

US Livorno Basket-Amen Scuola Basket Arezzo 65-76 (16-16, 31-37, 47-46, 65-76)
US Livorno: Seminara 13, Ulivieri ne, Caparrini 6, Orsini 5, Davini 9, Mariani 18, Lenzi 2, Volpi 8, Mealli 2, Ghezzani 2. All. Caverni
Amen: Spillantini 6, Cutini 11, Peruzzi 11, Fratini 20, Balsimini 6, Provenzal F. 2, Bies 6, Gramaccia 2, Liberto ne, Castelli 9, Giommetti 3. All. Pacini

Inizia con un passo falso l’avventura dell’Us Livorno in questo campionato. I ragazzi di Caverni infatti sono stati sconfitti sul proprio campo da Arezzo. La partita è scorsa via lungo i binari dell’equilibrio fino al terzo quarto grazie anche ad una super rimonta del quintetto livornese che, dopo aver chiuso sotto di sei punti la seconda frazione, si è ritrovata in vantaggio di uno al termine dei primi trenta minuti. Purtroppo nell’ultimo quarto è stato a favore degli avversari grazie alle pesanti triple di Spillantini e Fratini. Us ha provato a reagire ma la buona difesa aretina unita all’imprecisione sotto canestro sono risultati decisivi in negativo.

Riproduzione riservata ©