Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Torna il Cacciucco Pride, “La cena dei 500” tra le novità del 2022

Mercoledì 31 Agosto 2022 — 17:50

Rilancio del brand, "Cena dei 500" (evento a pagamento prenotabile dai prossimi giorni), villaggio, murale, un pianoforte suonato a 4 metri di altezza e tantissime altre iniziative dal 16 al 18 settembre. Non mancherà neppure il famoso "panino cacciuccato". Il sindaco Luca Salvetti: "Certezze e novità aggiunte per qualcosa di bello e coinvolgente"

di Giulia Bellaveglia

Il Cacciucco è un piatto – o forse “il” piatto – propriamente tipico della cucina labronica. Ecco perché, ancora una volta, Livorno sceglie di celebrarlo attraverso uno dei tradizionali appuntamenti estivi, simbolo di autenticità della pietanza: il “Cacciucco Pride” in programma dal 16 al 18 settembre (clicca sul bottone azzurro con la clip bianca sopra al titolo per leggerlo) e organizzata da Fondazione Lem e Pro Loco Livorno. Una tre giorni di spettacoli, incontri e cucina allestiti in gran parte negli spazi del “Cacciucco Village”, nei pressi del Cisternino di città, e in tantissimi altri punti nevralgici della città. “Tante idee che mettono insieme le certezze ed alcune novità aggiunte per un qualcosa di bello e coinvolgente – commenta il sindaco Luca Salvetti – Il Cacciucco Pride dal punto di vista enogastronomico è quello che offre un maggior appeal ed è la degna chiusura del nostro lavoro estivo”.
Il responsabile eventi della Fondazione Lem Adriano Tramonti illustra le caratteristiche dell’evento principale: “La cena dei 500” prevista per sabato 17 settembre. “Per l’occasione chiuderemo via Grande da piazza Grande a piazza Guerrazzi mettendo a sedere oltre 500 persone – spiega – Tante associazioni e consorzi della Toscana grazie ai quali sarà possibile degustare un antipasto, naturalmente il cacciucco e un dolce in un evento di gala. Ci saranno 50 tavoli, una cucina centrale di smistamento, una brigata di servizio gestita dall’Associazione cuochi livornesi e la collaborazione delle associazioni sommelier Ais, Fisar e Ses che si occuperanno del servizio di degustazione vini in abbinamento alle portate. Il tutto accompagnato da una bellissima esecuzione di Sky Piano, ovvero un pianoforte suonato a 4 metri di altezza. Vogliamo che questa manifestazione diventi un traino della livornesità in Toscana e non solo”.
Una nuova veste grafica, diversa, ma in linea con la precedente, accompagnerà le iniziative che, come sottolinea l’assessore al turismo e al commercio Rocco Garufo, hanno anche l’obiettivo di “richiamare turisti dall’esterno per una promozione che garantisca ricadute”, oltreché di muoversi verso un’ottica di “edizione 2023”.
“Un’altra delle novità di quest’anno è l’Aspettando il Cacciucco Pride, la settimana precedente, dove gli appuntamenti non saranno legati unicamente a questa pietanza ma anche ad altri piatti della tradizione livornese – dice la presidente di Pro Loco Livorno Ombretta Bachini – Parliamo in totale di una 50ina di eventi che spaziano dalla città fino a Quercianella. Ci siamo anche occupati della certificazione di eccellenza della ricetta originale e sono 10 i ristoratori che potranno utilizzare il marchio. Poi, ce ne sono altri 25 che hanno sottoscritto una dichiarazione per cui, nei tre giorni, garantiranno di operare a pari livello”. Tra i tanti eventi dell’Aspettando Cacciucco Pride anche un murale che sarà dipinto nella settimana che va dal 12 al 17 settembre in via delle Navi all’angolo con via Carlo Bini e non mancherà anche il famoso “panino cacciuccato”.
Il dettaglio della Cena dei 500 –
La serata evento di sabato 17 settembre avrà un costo di 35 € e prevede un’entrée, il Cacciucco e un dessert. In abbinamento col piatto forte, il Morellino di Scansano del Consorzio, vinificato per essere abbinato a piatti di pesce strutturati, come appunto il Cacciucco. A fare da apripista, invece, la ‘Regina Bianca’, la Vernaccia di San Gimignano, il vino bianco d’eccellenza di Toscana. A chiusura il dessert che sarà realizzato dal maestro pasticcere Sergio Cristiani titolare della omonima pasticceria insieme al figlio fresco di riconoscimento come miglior pasticcere under30 toscano, Lorenzo Cristiani, seguito da una degustazione di grappe. Per prenotarsi alla cena, basterà collegarsi, a partire dai prossimi giorni, alla piattaforma DICE, sul sito www.dice.fm.

Condividi:

Riproduzione riservata ©