Cerca nel quotidiano:


Casalp, avviso ai morosi: la lettera

Recupero Morosità alloggi ERP: l’Amministrazione emette un avviso. Pagamento immediato da eseguire secondo le modalità di Casalp

Martedì 27 Settembre 2016 — 17:52

Mediagallery

In riferimento al recupero delle morosità per il canone delle case popolari, in corso in questi giorni, l’Amministrazione ha predisposto un avviso per tutti coloro che non si sono ancora messi in regola con i pagamenti dovuti.

Questo il testo dell’avviso:
“Per poter garantire una corretta gestione del patrimonio immobiliare di edilizia residenziale pubblica, e per poter salvaguardare la funzione sociale che gli alloggi popolari rivestono per legge, si invitano tutti gli assegnatari di detti alloggi ad effettuare con immediatezza il pagamento delle morosità fino ad oggi maturate. Le azioni di contrasto che l’amministrazione comunale ha posto in essere in merito a questo fenomeno proseguono e saranno ancora di più intensificate. Si ricorda, infatti, a tutti i soggetti che ad oggi sono ancora inadempimenti – e che oltretutto in numerosi casi possiedono un reddito medio alto in grado di soddisfare il credito vantato dall’ente locale – che le recenti modifiche normative dispongono la decadenza in caso di morosità superiore a sei mesi di pagamento del canone di locazione e delle quote accessorie.
L’Amministrazione comunale ha predisposto, infatti, l’invio delle missive che sia per mancato pagamento che per varie irregolarità comportano la decadenza dalla casa popolare. I pagamenti devono essere effettuati con immediatezza, seguendo le modalità che sono state indicate dall’ente gestore Casalp”.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # steve

    Tutto cio’ è corretto, e giusto,in quanto molti privati stringono i denti per vivere nelle case di proprietà ed anche giusto che nelle case di casalp abiti chi ha realmente bisogno.Volevo un suggerimento esistono modi per recuperare i crediti dalle ditte morose ,che non hanno pagato i loro dipendenti,c’è per queste un provvedimento immediato.Oppure si nasconde la testa sotto la sabbia a e si fa finta di non vedere e si lasciano operare anche per l’amministrazione sotto altro nome come nulla fosse….

    1. # Accadico

      Non sono competenza di un Comune i contenziosi tra ditte inadempienti e lavoratori. Esistono altri canali e percorsi previsti dalla legge

    2. # Accadico

      I crediti che un Comune vanta nei confronti di ditte o società se non regolarmente riscossi vengono avviate le procedure cotte di riscossione mediante l’aggressione del patrimonio o la confisca di beni o proprietà. Chi fa il furbo e continua a non pagare perché non aggredibile appena torna ad essere intestatario di una spilla viene aggredito immediatamente anche dopo anni

    3. # amaranto67

      Tra non molto fallisce anche il comune. Ce lo meritiamo

  2. # LucaS

    L’ennesima noiosa e logorroica Grida di manzoniana memoria!. Tranquilli morosi colpevoli e incolpevoli non succedera’ niente di niente come per tutti i decenni passati

  3. # andrea rossi

    …aspettate dell’altro!!!!…ero piccino!!!…….

  4. # marco

    Io, invece, spero veramente che questa volta sia la fine di queste vergogne!

  5. # Fox65

    A suo tempo mi diceste che guadagnavo 160000 lire di più del limite massimo per poter entrare in graduatoria e mi dovetti accollare un mutuo 20ennale e viaggio con una punto di 10 anni fà e come mi incazzo a vedere che a shangai e corea ci sono macchine che valgono almeno 10 volte la mia e magari sono gli stessi che sono morosi …
    A me la banca se non pagavo il mutuo si riprendeva la casa e aivoglia di dire poi te li darò.
    Fuori di casa tutti i morosi e adeguamento con il reale tenore di vita degli affitti

  6. # Alla Frutta

    Aspettate dell’altro a buttarli fuori e dare le case a chi veramente ha bisogno. Ci sono affittuari di case popolari intestate a mamme.e babbi che girano col suv e moto da 20 mila euro, senza parlate deile migliaia di euro di tatuaggi. Conosco coppie con figli che non si sposano cosi uno tiene.la residenza.in casa.della mamma e l’altra uguale.in modo da preservarla per i loro figli tra qualche anno mentre i nostri figli , evidente più scemi dei loro, dovranno accollarsi mutui trentennali. Andate a vedere le case.dove risiedono soltanto mamme anziane con unica figlia o figlio, sai quante sorpresine.

    1. # digestivo

      E’ il mondo degli elettori furbetti alimentato da anni e anni di compiacenti rappresentanti politici !

  7. # Carlo

    MANDATELI IN STRADA …vergogna non pagare con redditi medio alti affitti super agevolati. Il buonismo o la stupidità assistenziale per i profittatori deve finire !!!

  8. # andrea

    A Livorno si parla e si scrive troppo ; bisogna agire e basta.
    basta col buonismo

    1. # amaranto67

      Livorno è Livorno. Se eravamo bravi e intelligenti ci si chiamava Pisa.

      1. # amaranto67 Vero

        Bimbo dammi retta curati… stai usando il mio nick.. fallo se ti gratifica…. io dopo questo messaggio lo cambio, continuo a dire quello che penso e ti vado ….. rincasa prima pisano 😉

  9. # Alice

    Come no… Tanto chi lavora in nero e ha figlioli minorenni resterà lì come succede da decenni… Non cambierà nulla.. E vedo gente che piange miseria con i macchinoni, tatuaggi, telefoni da 800€, cabina al mare e cene fuori, viaggi, tutto intestato ai genitori, e loro risultano disoccupati e nulla tenenti. Ma con la scusa di avere bambini tutto é
    Permesso vero?

  10. # andrea72

    Forza Nogarin…..o si paga o si va fuori…basta privilegi…ne conosco decine che stanno in casa popolari e girano col macchinone…poi estate cabina ai Lido settimana all’Abetone….e noi si paga……si spegne la musica finiscono le danze cari miei…

  11. # piratatirreno

    Ma fatelo veramente…..speriamo non siano soltanto chiacchiere da bar!!!

  12. # Carlo

    ci sono anche extracomunitari che alloggiano al posto di italiani … un paese civile con la Svizzera ha referendato, con successo, quanto è lapalissiano :
    PRIMA I NOSTRI CITTADINI, POI GLI ALTRI !!!

  13. # Mario

    Con dei sindaci come Benvenuti,Lamberti e Cosimi e i dirigenti politici da loro nominati non c’è da stupirsi,venite a vedere in via Ademollo 20-22-24 e poi ve ne accorgete!!!!