Cerca nel quotidiano:

Condividi:

“Case requisite, non sono un Robin Hood”

Mercoledì 3 Agosto 2016 — 06:35

"Io non sono un Robin Hood immobiliare e voi, livornesi, potete andare in vacanza tranquilli"

Attraverso la propria pagina fb, il sindaco Nogarin fa chiarezza circa la mozione approvata dal consiglio comunale che dà la possibilità al Comune di requisire case private per fini di emergenza abitativa. “Cittadini di Livorno, non temete – scrive – Nessuno ha intenzione di requisire le vostre abitazioni mentre siete fuori città per le vacanze, per trasformarle in case popolari. La mozione approvata dalla maggioranza del Consiglio comunale il 28 luglio chiede al sindaco di applicare una legge nazionale che gli consente di acquisire temporaneamente una struttura privata solo nel caso in cui la Prefettura certificasse l’esistenza di uno stato di emergenza abitativa, l’intero patrimonio pubblico fosse saturo e la struttura in questione fosse inutilizzata da anni. In una città con 32mila disoccupati e con un numero di sfratti per morosità incolpevole in aumento, è doveroso pensare a un’estrema ratio.
Nessuno metterà le mani sull’appartamento che avete ereditato da vostra nonna, né sull’abitazione che state cercando di vendere da anni. Stiamo parlando di strutture ricettive di grandi dimensioni, che verrebbero utilizzate come edifici volano per brevissimi periodi di tempo. E solo in situazioni di emergenza, proprio come accade in caso di disastri naturali. Come ho già avuto modo di dire, io non sono un Robin Hood immobiliare e voi, livornesi, potete andare in vacanza tranquilli”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©