Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Cittadella della carità, iniziati i lavori

Martedì 12 Luglio 2016 — 17:42

Nuova vita per il villaggio scolastico a Corea: dopo anni di incuria e abbandono, finalmente sono iniziati i lavori. L’area al momento è in fase di bonifica per la preparazione alla realizzazione del primo lotto

Nuova vita per il villaggio scolastico a Corea, dopo anni di incuria e abbandono, finalmente sono iniziati i lavori.
L’area al momento è in fase di bonifica per la preparazione alla realizzazione del primo lotto della cittadella della carità, grazie alle donazioni di tanti benefattori e ai fondi dell’8 per mille. Proprio in questi giorni, gli operai della ditta che ha vinto la gara di appalto, hanno recintato l’area ed iniziato l’installazione del cantiere. La prima fase del progetto, quella della demolizione, prevede infatti l’abbattimento di alcune piante, peraltro malate e la bonifica dell’intera zona, con la demolizione delle baracche e lo smaltimento di tutte le strutture in eternit ancora presenti.
La seconda fase dei lavori è prevista invece per l’inizio di settembre quando partiranno gli scavi per le fondamenta delle nuove strutture.
Il complesso polifunzionale, costituito da due edifici, collegati tra loro, con caratteristiche adeguate anche in materia di risparmio energetico, normativa acustica, antisismica e antincendio il tutto senza aumento della superficie esistente (per un totale di oltre 1000 metri quadri, di cui 107 costituiti da porticati esterni coperti) sarà destinato al potenziamento dei servizi offerti da Caritas.
Il piano terra della nuova struttura sarà suddiviso in tre spazi, con accesso diretto da via La Pira: magazzino generale e locali tecnici, spazio docce e distribuzione abiti, servizi igienici e locale mensa per circa 100 posti a sedere; lavanderia, cucina e dispensa con armadi frigorifero.
Anche il piano primo sarà suddiviso in tre spazi: 5 alloggi per la “seconda accoglienza”, un centro di ascolto e gli uffici Caritas. Le aree esterne saranno destinate a zone verdi e lo spazio antistante il fabbricato sarà arredato con attrezzature per il gioco dei più piccoli.

articolo tratto da La Settimana, giornale online della Diocesi 

Condividi:

Riproduzione riservata ©