Cerca nel quotidiano:


“Confcommercio, unite 2500 imprese”

L'11 novembre alle 11,30, inaugurazione della sede di Confcommercio in via Serristori alla presenza del numero uno Sangalli. Confermata anche la presenza del Sindaco Nogarin e del vescovo Giusti

Giovedì 10 Novembre 2016 — 07:55

Mediagallery

L’11 novembre alle 11,30, alla presenza delle massime autorità istituzionali e dei vertici dell’associazione di categoria, viene inaugurata la sede di Confcommercio – Imprese per l’Italia della provincia Livorno.
“Quello che è stato fatto a Livorno ha dell’incredibile” anticipa la presidente regionale della Confcommercio Anna Lapini, che è anche componente di giunta nazionale incaricata per la legalità e sicurezza. “La nuova Confcommercio ha avuto una risposta insperata da parte degli imprenditori della provincia Livorno. In meno di anno 2.500 imprese del commercio turismo servizi si sono unite sotto l’aquila della Confcommercio grazie all’impegno e all’iperattività di un gruppo dirigente giovane, età media 40 anni, e di una tecnostruttura guidata dal direttore della Confcommercio Toscana Franco Marinoni che in pochi mesi, applicando un modello che aveva già dato brillanti risultati in altre province della regione, ha prodotto numeri superlativi anche a Livorno”.
“Il sorprendente successo di questi pochi mesi di attività è segno del bisogno che c’è in città e in provincia di un impegno serio e efficace per la rinascita delle nostre imprese”. Alessio Carraresi, presidente della Confcommercio livornese e livornese doc, ci tiene a sottolineare che i risultati sono stati ottenuti non solo a Livorno città, ma anche su tutta la costa provinciale. “Vogliamo che insieme alla nostra Confcommercio – presente ormai su Rosignano, Cecina, San Vincenzo, Castagneto e Piombino, prestissimo a Venturina – ‘risorga’ anche il commercio, fiorisca il turismo, si sviluppino i servizi. La crescita esponenziale dei soci in soli pochi mesi rappresenta un segnale positivo di ottimismo per tutta l’economia locale, che sta vivendo anni di crisi durissima. Con la cerimonia di inaugurazione della sede dell’11 novembre vorremmo condividere il nostro entusiasmo con gli imprenditori e con la città”.
“Si tratta di un modo di fare associazione che non si era mai visto prima – afferma la vicepresidente Francesca Marcucci  2.500 associati e la costituzione di 14 diversi sindacati di categoria guidati ciascuno da un presidente e un proprio consiglio direttivo, e soprattutto un pacchetto di servizi di primissimo livello nel campo della formazione e dell’aggiornamento professionale, del credito, dell’igiene e della sicurezza, del marketing, della consulenza”.
Il presidente nazionale Carlo Sangalli venerdì prossimo verrà quindi in città per celebrare e certificare con il crisma dell’ufficialità tutto questo, riconoscendo Livorno come laboratorio sperimentale della Confcommercio del futuro, sempre più al servizio delle imprese, sempre più voce degli imprenditori e dei professionisti del terziario nelle sedi che contano.
Confermata anche la presenza del sindaco Filippo Nogarin, del vescovo monsignor Simone Giusti, di tutti i parlamentari e i consiglieri regionali della circoscrizione, nonché dei sindaci, degli assessori al commercio di tutta la provincia. In più, un parterre di autorità nazionali di tutto prestigio, in corso di definizione in queste ore.

Riproduzione riservata ©