Cerca nel quotidiano:


Contrassegni residenti, le modalità di rinnovo

Dopo il pagamento, i cittadini interessati dovranno aver cura di conservare la ricevuta. Non occorrono ulteriori comunicazioni e il contrassegno da esporre sul cruscotto dell’auto rimane il medesimo

Martedì 18 Dicembre 2018 — 21:26

Mediagallery

Scade giovedì 20 dicembre il termine per effettuare il versamento per il rinnovo dei contrassegni ztl/zsc categoria residenti (30 euro prima auto, 50 euro seconda macchina, 150 euro per la terza).
Per il pagamento deve essere utilizzato il bollettino precompilato inviato per posta nei giorni scorsi al domicilio dei cittadini già titolari di contrassegno.

Dopo il pagamento, i cittadini interessati dovranno aver cura di conservare la ricevuta. Non occorrono ulteriori comunicazioni e il contrassegno da esporre sul cruscotto dell’auto rimane il medesimo. Non occorre quindi eseguire alcuna procedura di rinnovo online e non occorre esibire agli sportelli la ricevuta di pagamento.

In caso di mancato ricevimento del bollettino di rinnovo, si consiglia, innanzitutto, di verificare quanto prima la propria posizione rivolgendosi allo Sportello Permessi del Comune, per verificare che i precedenti pagamenti siano stati effettuati e registrati. Si consiglia di portare la vecchia ricevuta (l’ultimo pagamento dovrebbe essere stato effettuato nel novembre 2016), il numero del contrassegno e il numero di targa.

Lo Sportello Permessi si trova in piazza del Municipio, 50 (al 3° piano del palazzo dell’anagrafe) ed è aperto al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13, e il martedì dalle 9 alle 15.
È disponibile anche un servizio di sportello telefonico attivo nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì in orario pomeridiano (dalle ore 14 alle 16) al numero 0586-82.03.33. L’indirizzo di posta elettronica è [email protected].

Una volta accertata la regolarità della posizione, è possibile procedere con il pagamento scegliendo tra le seguenti due modalità:

1) con bollettino in bianco, sul conto 1035054020, indicando il numero di contrassegno e il numero di targa;

2) in contanti, presso uno dei seguenti punti vendita convenzionati con il servizio T-serve: Tabaccheria Morlacchi, Borgo dei Cappuccini 15; Tabaccheria Cioni, Via Roma 133; Tabaccheria Tototerzo di Bellini Leonardo, Piazza Mazzini 81; Ricevitoria Balloni di Bernini Marco, Piazza Cavour 38; Tabaccheria Busti, via Salvestri 76; Chiosco Livorno, presso il centro commerciale Fonti del Corallo, (pagamenti sia in contanti che con bancomat).

Una volta effettuato il pagamento, affinché esso sia registrato, è necessario recapitare una copia della relativa ricevuta, visto che sul bollettino in bianco non sono presenti i codici che associano automaticamente il pagamento al contrassegno.

La copia della ricevuta può essere consegnata:

– allo Sportello Permessi, piazza del Municipio 50 (Palazzo Anagrafe 3° piano) aperto lunedì mercoledì e venerdì 9-13, martedì 9-15;
– all’ufficio Gestione amm.va Traffico mobilità e trasporti, in via Pollastrini 5, aperto dal lunedì al venerdì 9-13, martedì e giovedì anche nel pomeriggio 15.30-17.30;
– all’URP, al piano terra del Palazzo Comunale (comune vecchio), aperto dal lunedì al venerdì 9-13, martedì e giovedì anche nel pomeriggio 15.30-17.30;
– ai centri servizi al cittadino Area nord (piazza Saragat 1) e Area sud (via Machiavelli 21), aperti dal lunedì al venerdì 9-13, il martedì e giovedì anche nel pomeriggio 15.30-17.30.
Scadenza contrassegni categorie professionali-  Si ricorda inoltre che il 31 dicembre 2018 scade il termine per il rinnovo dei contrassegni per le categorie economiche e professionali.

Si consiglia di procedere al rinnovo in tempo (esclusivamente online tramite www.comune.livorno.it > Sportello del Cittadino > Traffico e Mobilità), in modo da conservare la validità del contrassegno fino al 31 marzo 2019, data entro la quale gli uffici provvederanno a consegnare il tagliando rinnovato.

Infatti i contrassegni categorie professionali non rinnovati entro il 31 dicembre saranno considerati scaduti, e nell’intervallo che intercorre tra la data di presentazione della domanda di rinnovo, e il completamento della procedura da parte degli uffici (che hanno 90 giorni di tempo per rinnovare il tagliando), il titolare si troverà scoperto.

Si ricorda inoltre che è esentato dal pagamento del contrassegno categoria residenti chi è titolare di un contrassegno regolarmente rinnovato entro il 31-12-2018 per una delle seguenti categorie contemplate dal Disciplinare:

3.1 (Medici e ostetriche); 3.2 (Medici veterinari); 3.4 (Giornalisti); 3.5 (Agenti e Rappresentanti di commercio); 3.6 (Agenzie marittime e case di spedizione);

3.9 (Agenzie investigative); 3.14 – 3.14 bis (Imprese aventi esigenze dell’uso costante del mezzo privato); 3.15 (Autoscuole con sede nelle zone regolamentate).

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # PARK

    E i furboni che non rinnovano e non restituiscono il contrassegno??……scommetto che gli regalano un miniparchimetro da collezione; già perchè ora tutti quelli ( e sono tanti) che parcheggiano allegramente nelle ZTL e ZSC senza alcun contrassegno vengono premiati con la residenza onoraria , quindi come avere il contrassegno….

  2. # Marco l.

    Visto che anche questa volta ci fate pagare,sara’ meglio che qualche controllino zona M tribunale ,magari una volta l’anno ci passiate visto che in via de larderel si deve anche pagare gli stalli blu’.

  3. # Alessandro

    Peccato che abbiano tolto il contrassegno per le strutture ricettive nelle zone ZSC, manifestando per l’ennesima volta come non ci sia l’attenzione nei riguardi di chi sta provando a far conoscere Livorno a turisti italiani e stranieri. Secondo loro chi vuole venire, per esempio, nella zona K e vuole lasciare la macchina parcheggiata tutto il giorno è disposto a spendere 40 (!) euro? Sarò quindi costretto a cercare un posto auto in zona, pagandolo sicuramente più di 150 Euro, per continuare ad offrire lo stesso servizio. Spero che la nuova giunta l’anno prossimo ci ripensi.

  4. # Ginogino

    Ora che abbiamo PAGATO DI NUOVO da 30 a 150 euro le zone interessate verranno VERAMENTE CONTROLLATE COME DA SEGNALETICA ( da ore 07.30 a ore 20.00 ) speriamo, altrimenti qualcuno ci può spiegare il perché di questi pagamenti ?

    1. # tropposemplice

      Per fare controlli seri ci vorrebbe molto personale, il personale costa ed allora dove andrebbe a finire il guadagno dei migliaia di stalli blu fatti fare dall’assessore VECE ?

      1. # Karl

        Giustissimo.

  5. # Igor

    Almeno potevano dare un bollino o una lettera nuova per dimostrare che qualche fesso ha pagato… Altrimenti non c’è nessuna differenza tra chi paga e chi non paga. Entrambi espongono la solita lettera…

  6. # Flug56

    Vorrei ringraziare il signor Sindaco e tutta la giunta per il rinnovo del balzello agli abitanti di via mentana, visti tutti i lavori e le agevolazioni di parcheggio che abbiamo avuto fino ad oggi, oltre alla metaviglia di laghetto di fronte a casa agni volta che vengono due gocce. Inoltre i marciapiede sconnessi e con buche cosi come in via gazzarrini dove da oltre un hanno un cartello in mezzo al parcheggio auto protegge un altra bella fessura. Una sola domanda: cosa avete fatto per noi con i nostri soldi?. Grazie

  7. # Leggi truffa

    Vorrei precisare che prima auto 30 € seconda auto 50€.
    Se un uomo adulto e separato…
    Per motivi economici torna a casa con i propri genitori.(quindi residente con loro)
    Il titolare dell’appartamento si troverà a pagare 50€ come seconda auto e il figlio 30€.
    Queste sono le leggi.
    Sono schifata!

  8. # Fa78

    Speriamo che questo scempio finisca il prima possibile….. Le elezioni sono vicine….