Cerca nel quotidiano:


Con Cosetta Gigli torna la grande Operetta a Livorno

Venerdì 10 Febbraio 2017 — 17:50

Mediagallery

Torna puntuale Sabato 18 Febbraio alle ore 21,00 con replica Domenica 19 Febbraio alle ore 17,00 al Teatro Cral Eni di Livorno, la Compagnia L’Allegra Operetta che, in collaborazione con Spazio Teatro e La Compagnia Lirica Livornese, portano in scena uno spettacolo pienamente rappresentativo di questo genere dal titolo: Una sera nel… Paese dei Campanelli, operetta italiana del 1923, dove il tocco del “senza tempo”, ripreso poi nella commedia musicale da Garinei e Giovannini, l’intreccio gustoso e le amenità del comico La Gaffe, la musica che pone l’accento sui ritmi di danza moderna più in voga, l’attenzione allo sfarzo della messinscena, hanno reso questa deliziosa operetta una delle più popolari e più eseguite nel nostro paese. Lo spettacolo vedrà sul palco tre grandi nomi del teatro italiano come la celebre soubrette Cosetta Gigli considerata la “Regina dell’Operetta Italiana” nel ruolo della protagonista Bombon che curerà anche la regia, il giovane e già affermato e comico Matteo Micheli nipote del più celebre Maurizio Micheli e la grande caratterista Viviana Larice, ultima grande erede del teatro di varietà italiano. Insieme a questi artisti saranno in scena il soprano lirico Elisabetta della Santa nel ruolo della dolce Nela, il tenore Fabio Ciardella nel ruolo del capitano Hans, i caratteristi Franco Bocci Attanasio, Bibi Lencioni Tarquinio, Giuseppe Bartoli Basilio, Paola Pacelli la moglie inglese Ethel, Paola Simonetti  e il comico Luca Giannecchini nel ruolo del marinaio Tom. Alcune parti musicali saranno eseguita da Stefania Casu al pianoforte. Fonica: Federico Giroldini, luci: Matteo Parenti, scene , costumi e balletto della  Compagnia L’allegra Operetta, coreografie di Elisa Sani e Letizia Torrini. Direzione artistica: Franco Bocci. Posto unico euro 12,00 ( ridotto soci SpazioTeatro euro 10,00)

Posti numerati, prenotazioni al 3393422139. I biglietti sono disponibili Giovedi 16 e Venerdi 17 Febbraio presso il botteghino del Teatro Cral Eni ( viale Ippolito Nievo 38) dalle ore 17,00 alle 19,00.

Trama dell’operetta: C’era una volta un paese chiamato “Il Paese dei Campanelli” situato nella splendida pianura olandese. Sopra ogni casa del paese c’era un piccolo campanile che custodiva una campana. Secondo la leggenda i campanelli suonavano ogni volta che una donna del paese stava per tradire suo marito. Nel nostro paese, tranquillo e morigerato, i campanelli non hanno mai avuto modo di suonare. Ma un giorno, la novità: giunge una nave da guerra da cui scende una schiera di baldi cadetti che subito cominciano a corteggiare le donne del posto: il capitano Hans si ritrova con Nela ed il pasticcione La Gaffe simpatizza con Bombon, una donna con “Un passato”…
Le donne spiegano ai loro spasimanti l’ostacolo dei campanelli e La Gaffe pensa di inviare due telegrammi: uno per le ballerine del Palladium di Londra – per distrarre i mariti – e l’altro per le mogli dei cadetti, avvertendole che sarebbero rientrati in ritardo. Ma La Gaffe, degno del suo nome, inverte i telegrammi, ed ecco piombare nel Paese dei Campanelli le mogli dei cadetti.
Bon Bon sa bene che non bisogna credere all’amore dei marinai e lascia La Gaffe senza rimpianti. Nela invece ha amato veramente Hans ed ora è disperata, in lacrime. Con la partenza dei cadetti tutto ritorna come prima. C’è da giurare che i campanelli non suoneranno più. La calma è tornata, il pericolo è scongiurato.
 

Riproduzione riservata ©