Cerca nel quotidiano:


A firmare in caserma con lo scooter rubato: denunciati

Dopo gli accertamenti di rito, i due sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione mentre il mezzo a due ruote è stato restituito al legittimo proprietario

Giovedì 28 Marzo 2019 — 11:12

Mediagallery

Si sono recati a firmare in caserma con uno scooter rubato. Sono stati così denunciati con l’accusa di ricettazione due giovani, un uomo di origine tunisina e una donna livornese, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, sorpresi nella mattinata di lunedì 25 marzo mentre avevano parcheggiato il motorino a poche centinaia di metri dal presidio dell’Arma.
I militari insospettiti dall’atteggiamento dei due, hanno deciso di approfondire il controllo del mezzo mediante l’abbinamento della targa con il telaio rilevando che lo scooter era stato segnalato come rubato lo scorso 2 marzo. Dopo gli accertamenti di rito, i due sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione mentre il mezzo a due ruote è stato restituito al legittimo proprietario.

 

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # M

    Denunciati! E’ una cosa ridicola… occorre il carcere! Pene severe per cercare di tamponare almeno un po questi reati. SVEGLIAAAA… VANNO CAMBIATE LE LEGGI!

  2. # Ig

    Dal momento che viviamo per ora in uno Stato di diritto e non di Polizia, per andare in carcere ci vuole un processo ed una condanna penale.
    Il motorino gli potrebbe essere stato prestato o magari l’hanno comprato…o glielo anno regalato…magari sapevano che era rubato o forse no. O forse l’hanno rubato loro, improbabile, non ci sarebbero andati con quello in caserma a meno di non essere idioti. Chi lo stabilisce questo? Te???

    1. # luca

      Comprare un motorino rubato è ricettazione.
      Quindi un reato.
      La favola ” ma io non lo sapevo”, non c è nemmeno nel mille e una notte .
      Bisogna che si inizi a tutelare anche le persone oneste, altrimenti non ci si deve sorprendere se vince la lega…….

      1. # Giulio

        Sono quasi d’accordo con il Signor “IG”, una persona deve essere giudicata non processata sommariamente, non mi è chiaro cosa intende con Stato di Polizia, che per me ha un’altro significato.

        1. # luca

          Si parla delle solite persone prese in flagranza di reato ed in attesa di un processo( che andrà per le lunghe), mandare ai domiciliari o con obbligo di firma.
          Non ho parlato di stato di polizia o che sono un fautore dello stesso.
          Faccio solo presente che grazie alle tasse di chi ha la fortuna di lavorare è possibile mantenere servizi sociali e non che sono a disposizione di tutti.
          Queste persone andrebbero tutelate.
          Avete presente che chi subisce un furto oppure dei danni di migliaia di euro non verrà mai risarcito, in quanto al 99 % gli autori del crimine risultano nullatenenti?
          L’auto, un utilitaria vecchia,la uso per lavoro, nel caso mi venga danneggiata o rubata, mi trovo in grosse difficoltà.
          Da chi devo essere tutelato?

    2. # Steve

      Ma dici seriamente?

  3. # Ig

    Certo che è ricettazione. Infatti saranno processati e nel caso colpevoli condannati per questo.
    Intanto vale la presunzione di innocenza.
    Oppure decidi te come stanno le cose?