Cerca nel quotidiano:


Accoltella il compagno scout 17enne mentre dorme

Medicata al pronto soccorso la vittima dell'aggressione che se la caverà con cinque giorni di prognosi

Venerdì 5 Agosto 2016 — 17:54

Mediagallery

Lite violenta fra scout nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 agosto. Sangue e paura alle porte dell’alba in un accampamento di giovani esploratori in località “Corbolone”. Il tutto è andato in scena intorno alle 4,30 del mattino dopo una litigata furente all’interno di una tenda con quattro giovani scout dell’associazione Agesci, tutti minorenni di Varese guidati nei boschi livornesi da due capi scout maggiorenni. La lite è scoppiata a seguito di futili motivi. Il motivo del contendere sembrerebbe infatti legato ad un sacco a pelo. Prima volano parole, poi si passa alle mani fino a quando i più grandi non riescono ristabilire l’ordine e mandare tutti e 4 i giovani esploratori letto. Ma proprio nel cuore della notte, quando il resto della truppa si era addormentata, colui il quale aveva subito lo sgarbo si alza e con un coltello da campeggio aggredisce al collo e al petto il compagno scout che gli aveva negato l’uso del sacco a pelo.
Paura e terrore nella tenda. Sangue ovunque.
I due 17enni ingaggiano una lite furiosa in cui rimangono feriti entrambi. Ad avere la peggio il giovane aggredito che ha riportato ferite al collo, alla mano e al petto. Anche il coetaneo aggressore però ha subito ferite superficiali agli arti superiori. Sul posto sono dunque intervenuti i carabinieri che hanno denunciato l’aggressore per lesioni aggravate per futili motivi alla procura dei minori la quale dovrà decidere se affidare il 17enne ad una struttura specializzata per la custodia.
Per fortuna lo scout aggredito se la caverà, secondo i medici di turno all’ospedale di Livorno, con cinque giorni di prognosi per lievi ferite da arma da taglio.

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # Stefy

    Questi sono il fior fiore dei giovani italiani, pensate cosa sono i peggiori……mah resto sempre piu sconcertata delle giovani generazioni, giovani violenti sballati e senza valori……questo è il frutto della societa’ amorale e libertina tanto amata dai sinistroidi modello anni 68….. e ve lo dice una che il 68 l’ha vissuto!!!

    1. # Giuly

      Io non sono credente e non sono mai stato scout così come i miei figli,ma arrivare ad esprimere giudizi generici ed ingiustificati sui giovani in generale per un episodio limitato e assolutamente eccezionale nell’ambiente scoutistico,significa dire una grossa fesseria ed ignorare una realtà fatta anche di giovani impegnati nel sociale e perfettamente integrati nella società.Cosa c’entra il 68′.I giovani attuali non sono figli di quel frammento storico che,per altro, non è stato solo negativo!

      1. # Yuri

        “I giovani attuali non sono figli di quel frammento storico che,per altro, non è stato solo negativo!” NO MA LO SONO I LORO GENITORI, QUELLI DEL “CA VOI E SIA”, “SON RAGAZZI”, IN FONDO UN’ HA MIA UCCISO NESSUNO”…….SUL FATTO CHE NON E’ STATO SOLO NEGATIVO, TI RESTITUISCO LA TUA OFFESA IN QUANTO SI ADDICE BENE…”significa dire una grossa fesseria”!!

        1. # Giuly

          Il tuo massimalismo becero e acritico è il modo peggiore di analizzare i fenomeni storici.Il’68 è stato in buona parte negativo ma nella gioventù di allora (non io che ero già padre!) sono emersi anche principi ideali,come la solidarietà e la sensibilità per chi non aveva i mezzi sufficienti,che fortunatamente hanno influenzato,sia pure in piccola parte,il periodo successivo.La “grossa fesseria”non era diretta a te ma se vuoi te la giro volentieri!

    2. # Citta Dino

      Troppi alibi. A 17 anni ci si dovrebbe prendere qualche responsabilità, altro che ’68. Poi non capisco la generalizzazione sui giovani, per fortuna ce ne sono di meravigliosi, nonostante il momento storico attuale.

    3. # lev

      Nel 68 c’era anche chi si salutava con “peace and love”…di quale 68 parli?

    4. # funghetti a gogo

      cioe’ fammi capi’… questi sono scout e sono di estrazione cattolica, e te vieni fori coi sinistroidi ed il 68? ripigliati che e’ meglio

  2. # parrocchiasvuotata

    O non dovrebbero insegnargli la pace ? ecco una valida ragione del perchè mio non frequenterà mai scout cattolici e laici…..!

    1. # ZenEros soutone abbestia

      Si, via… mandalo a spinellassi e a svuotare birra da 66 all’Attias che così cresce meglio: da vero bimbo labroni’o. A letto i briai e bevete meno ponci!!!

    2. # Emanuele G.

      Si, è giustissimo pensare di non iscrivere agli scout un figlio per questi motivi dato che questi episodi sono più che ricorrenti…. ma per favore, il tuo commento mi sembra solamente un modo per screditare gratuitamente questa associazione che magari nemmeno conosci… forse la colpa ricade nei capi o nei genitori dei ragazzi ma non possiamo giudicarli leggendo solo un articolo

  3. # Peter

    Anche Matteo nazionale era uno scout. Hoibo’

  4. # Alina

    @Parrocchiasvuotata mi dispiace proprio per i suoi figli.
    Leggo articoli di moltissimi incidenti stradali, è questa una valida ragione per non far prendere ai suoi figli la patente?

    Ricordo i momenti dei campeggi e delle uscite come i più belli e spensierati della mia vita.

    Cattolici o laici che siano questi gruppi insegnano dei sani valori di fratellanza, amicizia e solidarietà. Valori che evidentemente non vengono più mostrati a queste giovani generazioni figlie dei social, delle paytv e del permissivismo illimitato.

    1. # LabroniDOC

      Parole sante, Alina!

  5. # Baccio

    Anche Renzi era uno scout non meravigliamoci

  6. # Franco

    Boy scout??? Ma qui ci vuole l’esorcista!

  7. # unsenepolepiu

    E meno male sono scout

  8. # valentina

    Penso che lo scoutismo sia una grande invenzione, un’occasione unica per crescere e far crescere i propri figli. Io lo sono da sempre e quello che ho letto mi ha profondamente addolorato e non perchè lo giudico “indegno”, ma perchè penso che queste cose siano segno di una grande sofferenza e non di inettitudine o cattiveria….mi dispiace x tutti quanti davvero e spero che questa brutta storia di possa risolvere nel miglior modo possibile…come ogni scout fa sempre e persegue sempre.

  9. # Valerio Brega

    Mi pare che il motivo sia eccessivo per una coltellata !!!

  10. # Alessandro

    Il vero spirito scout!

  11. # Paolo

    Boia deh! SOLO i ragazzi di oggi e soprattutto gli scout fanno a botte, NON SI E’ MAI VISTO PRIMA, che mondo ! E CHE COMMENTONI !

  12. # Stefano

    Queste non sono lesioni aggravate, questo e’ tentato omicidio!

  13. # francesca

    a 17 anni macchiarsi di un crimine come questo.
    Fra qualche anno questo lo trovi a fare furti con scasso o il sicario.
    Orgogliosa sempre di più di ciò che l’Italia insegna ai propri giovani, in quanto a valori ,morale e maturità.
    Un gran “complimenti” pure ai genitori di questo criminale, che tanto la mela non cade mai lontana dall’albero.

  14. # Carlo

    Quando vedo gli Scout …mi sembra di vedere i Balilla!!!

  15. # Rosa

    Io stavo in agesci , un vero inferno , i responsabili sono soprattutto i capi scout che danno il pessimo esempio di civiltà e comportamento , io me nè sono andata ho cambiato associazione scout e mi trovo bene.