Cerca nel quotidiano:


Accoltellato nella notte: arrestato 25enne per tentato omicidio

Violenta lite nella notte in piazza Cavour. In manette un 25enne arrestato subito dopo i fatti dagli agenti delle volanti della polizia

sabato 05 Ottobre 2019 11:43

Mediagallery

Una lite terminata con un accoltellamento violento che ha lasciato in fin di vita un uomo di 32 anni ai piedi della statua di Cavour nell’omonima piazza. Il tutto è accaduto nella serata tra venerdì 4 e sabato 5 ottobre intorno alle una di notte a margine di una rissa che ha visto coinvolte in tutto tre persone armate di bastoni e coltello. Sul posto si è portata subito un’ambulanza della Misericordia della vicina via Verdi i cui volontari, insieme al medico del 118, hanno prestato le prime cure del caso al 32enne ferito gravemente. L’uomo, trasportato urgentemente al pronto soccorso di Livorno dove era stata allertata la shock room, versa attualmente in gravissime condizioni.
Sul luogo dove si è verificata la lite si sono precipitate subito le volanti della polizia di Stato i cui uomini, diretti dal dirigente Claudio Cappelli, sono riusciti prontamente ad individuare, anche grazie al riscontro delle telecamere comunali analizzate in tempo reale, e quindi ad arrestare l’indiziato del reato. Si tratta di un giovane di 25 anni albanese che, per motivi ancora da accertare e su cui sta indagando la polizia, ha colpito con due fendenti all’addome e al costato un suo connazionale lasciandolo in fin di vita in mezzo a piazza Cavour. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio aggravato e indagato anche per il reato di rissa. Il 25enne si trova attualmente all’interno del carcere delle Sughere.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # Morchia

    È la mia impressione o Livorno sta diventando il far west?

    1. # 0586

      Succede in tutte le città medio grandi….purtroppo!

      1. # Nemo

        Livorno non era così fino a non troppi anni fa.

  2. # AleR

    Purtroppo a Livorno le lame sono diventate all’ordine del giorno. Quando ero bimbo io
    Al massimo si sentiva dire di una scazzottata ogni 15 giorni. C’è da stare attenti anche a prendere una discussione perché ti trovi con una coltellata in fin di vita.che tristezza

  3. # Marco

    Brutta storia di violenza ..ho nostalgia della mi bella Livorno e livornesi d’altri tempi.

  4. # Elisa

    Ha detto il questore che si respira aria pulita, la sicurezza è aumentata e la città è ai minimi storici per quanto riguarda atti di violenza 🤔🤔

    1. # siamostufi

      Se l’ha detto il Questore deve essere vero ! Difatti oggi hanno reso in fin di vita anche una poliziotta ed il giudice ha rimesso in libertà il responsabile.

  5. # giancarlo

    ….dove siamo arrivati!!!

  6. # Michela

    Richiamiamo tutti al senso di responsabilità ed amore vero per la propria citta..

  7. # Alessandro

    In Italia abbiamo più avvocati che ricercatori con la legge italiana dove la Pena non è certa come fai a combattere la delinquenza, quello che ha sparato e ucciso i 2 agenti ora gli faranno il processo e capace prenderà infermità mentale in un paese dove processare uno costa più che mandare un figlio all’università questo che è CERTO quello che ha fatto andrebbe messo in carcere senza essere processato.

    1. # Cittadina disperata

      Abito in Piazza Cavour e da diversi è tornata ad essere zona di spaccio, di scorribande notturne, di personaggi che consumano alcol lasciando le bottiglie sul marciapiede e che urinano negli stipiti dei portoni e sulle serracinesche dei negozi.
      Alcune settimane fa ho scritto sia al Prefetto che al Sindaco allegando anche alcune immagini della situazione. Ovviamente non hanno risposto nessuno dei due.
      Ovviamente poi succedono episodi come quello dell’altra notte. Qualcuno ci vuole dare spiegazioni su quali sono le strategie di chi ci governa per fronteggiare queste difficoltà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.