Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Acido sull’auto e ruote tagliate alla ex: arrestato

Domenica 18 Settembre 2022 — 17:40

Agli arresti domiciliari un 49enne livornese colto in flagranza durante un danneggiamento effettuato nei confronti della sua ex compagna. L'uomo era già stato colpito da un provvedimento cautelare per stalking

Era già stato colpito da un provvedimento del giudice che gli vietava di avvicinarsi nel raggio di 200 metri all’abitazione e ai luoghi della frequentazione e di lavoro della sua ex fidanzata e del suo nuovo compagno. Misura che si era aggravata poi con l’applicazione del braccialetto elettronico. Si tratta di un uomo, livornese classe 1973, che molestava con atti persecutori la giovane donna, classe 1998, molto più giovane di lui, dopo che la relazione era finita da tempo.
Lo stalking si era concretizzato già con alcuni danneggiamenti alla vettura della 24enne. Era stato infatti il suo ex fidanzato che gli aveva lanciato dell’acido sulla carrozzeria della macchina provocando non pochi danni alla vettura.
La donna, a causa di questi atteggiamenti, era stata quindi costretta a cambiare abitudini di vita e frequentazioni e, nonostante si fosse riaccompagnata con un nuovo fidanzato, il suo ex  non desisteva da avere atteggiamenti molesti.
Fino a quando, la notte tra sabato 17 e domenica 18, intorno alle 1,20, l’uomo è stato colto sul fatto mentre con un coltello, poi rinvenuto dai poliziotti coordinati dal vice questore Francesco Falciola, aveva tagliato le ruote alla macchina della sua precedente fidanzata all’interno del cortile condominiale dove vive. Ad accorgersene è stata proprio la giovane che vedendolo armeggiare intorno alla sua auto ha chiamato il 112. La polizia ha trovato il 49enne sul posto e ha rinvenuto la lama di cui il colpevole aveva provato a disfarsene. Gli agenti hanno dunque effettuato dei rilievi verificando che il coltello fosse compatibile con il taglio effettuato allo pneumatico. Verificato il fatto hanno dunque arrestato il livornese colpevole di questo fatto. In attesa dell’udienza di convalida l’uomo è in regime di detenzione agli arresti domiciliari.

Condividi:

Riproduzione riservata ©