Cerca nel quotidiano:


Addio a Lascialfari, massaggiatore del Livorno Calcio. “Ciao Maestro”

Ai Lupi i funerali di Gisberto Lascialfari, massaggiatore del Livorno Calcio dal 1968 al 1992, scomparso all'età di 85 anni. Da Nastasio a Protti. In tanti ai funerali. Il ricordo dell'amico e ex calciatore amaranto Lulli

sabato 08 settembre 2018 19:13

Mediagallery

“Anch’io come tanti altri gli volevo un bene dell’anima. Quando c’era una gravità su una patologia non te la faceva pesare e sapeva come renderti più facile il recupero. Trattava i calciatori alla stessa maniera e quelli erano anni dove nel Livorno ce n’erano di giocatori importanti. Era un mago dei muscoli e campione di vita”. Sandro Lulli, giornalista, ex calciatore (terzino) delle giovanili amaranto, ricorda così Gisberto Lascialfari, massaggiatore del Livorno Calcio dal 1968 al 1992, scomparso all’età di 85 anni (compiuti l’8 marzo) il 7 settembre intorno alle 13,30 nel letto di casa (quella che pubblichiamo è la foto postata dalla nipote Sara Lascialfari e da sua cugina Benedetta Sbarra su Fb con questo messaggio da parte di entrambe: “Voglio ricordarti così nonnino mio felice con le tue nipoti. Mi mancherai tanto. Ti voglio un bene immenso. Buon viaggio”. Ringraziamo Sara per aver autorizzato la pubblicazione). Gisberto era una istituzione nella famiglia del Livorno Calcio, dove ha trascorso più di 20 anni, ma anche in città con lo studio Fisiomed ad Antignano aperto nel 1991 e attualmente gestito dai figli Luca e Ambra entrambi fisioterapisti. Una carriera professionale, quella di Gisberto, iniziata come massaggiatore nel Pietrasanta dal 1958 al ’63, poi nella Lucchese dal ’63 al ’68 e quindi nel Livorno Calcio fino, come detto, nel ’92.
L’8 settembre, alle 16, si sono svolti i funerali ai Lupi. Presenti tra gli altri, insieme a Lulli, gli ex calciatori amaranto Nastasio, Spagnoli e Mucci, oltre ai tanti amici fra i quali il dott Felli (attuale responsabile area ortopedica del Livorno Calcio), Tolomei, Ferretti, Bacciardi, e i parenti. Gisberto lascia la moglie Floriana, i due figli, Luca (fisioterapista della Figc da un anno e mezzo e al suo primo incarico nella nazionale A di mister Mancini impegnata nella Nations League. Luca era in ritiro a Bologna quando è stato avvisato) e Ambra, e i nipoti. Presente, in rappresentanza della società amaranto, il club manager Protti. “Gisberto era un uomo di grande disponibilità e grande generosità – prosegue Lulli nel ricordo – Svolgeva la propria professione con un impegno e una passione incredibili. Educatissimo, scrupoloso e grande studioso sia nella sua professione sia come appassionato di libri. Leggeva spesso anche in pullman durante le trasferte”. Tra i suoi hobby c’era anche la pesca subacquea. Nella scuola sommozzatori Cica Sub Garibaldi è stato consigliere ed istruttore. “Lo ricordiamo per il tratto cordiale, la correttezza e la disponibilità verso tutti. E’ stato un grande socio ma, soprattutto, un grande amico. Ciao Gisberto, sarai sempre dei nostri cuori”. “Gisberto – conclude Lulli – adesso si trova lassù nella prateria amaranto insieme a Picchi, Pitto, Lessi, Soldani, Vitulano, Giampaglia, i dottori Marcacci e Ricordati solo per citarne alcuni”. Su Fb anche il ricordo dell’Associazione Italiana Massaggiatori Sportivi e Terapisti dello Sport: “Ciao Gisberto! Ti vogliamo ricordare così, con i tuoi ragazzi. Tanti, tantissimi hanno la tua impronta nelle mani e nel cuore! Non ti dimenticheremo mai, resterai per sempre il nostro “Maestro”! Un abbraccio grandissimo ai figli Luca e Ambra Lascialfari e alla moglie Floriana, amici storici e soci di sempre dell’Aimtes. Rip!”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Alessio

    Ciao Gisbe mitico e indimenticabile Gisbe ….Rip….. il Polpa…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive