Cerca nel quotidiano:


Aggredisce tre carabinieri con un coltello: in auto mazza da baseball e spray urticante

L'uomo, un trentenne albanese, ha tentato di scappare subito dopo aver minacciato i militari. Rintracciato e arrestato: ai domiciliari

martedì 23 Luglio 2019 09:58

Mediagallery

È stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Si tratta di un cittadino albanese, trentenne, finito in manette lo scorso fine settimana. Erano le prime luci dell’alba in zona Stagno, quando, lo straniero con precedenti di polizia è sceso dalla propria autovettura e, in evidente stato di alterazione, ha prima minacciato tre carabinieri per poi tirar fuori dalla tasca un coltello scagliandosi contro i militari. Poi la fuga in direzione Livorno. Grazie all’immediato intervento delle gazzelle in pattugliamento è stato possibile il pronto rintraccio  dell’albanese, subito bloccato e accompagnato negli uffici del comando provinciale. Dopo gli accertamenti di rito, è stata effettuata la perquisizione domiciliare e all’interno del veicolo, al termine delle quali sono stati rinvenuti una mazza da baseball, uno spray urticante, un bastone nonché il coltello utilizzato per l’aggressione (nella foto fornita alla stampa dal comando provinciale dei carabinieri).
Il 30enne è stato quindi arrestato e messo a disposizione del giudice che ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di dimora e gli arresti domiciliari all’interno della sua abitazione.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Enrico65

    Se non sbaglio le forze dell’ordine da Giugno dovevano essere dotate del famoso TASER dopo un periodo di prova in alcune grandi città fu detto che sarebbe stato esteso a tutte le città ma vedendo le aggressioni che subiscono le forze dell’ordine mi sa che per ora non se ne faccia di nulla penso sarebbe un buon deterrente verso chi si scaglia contro di loro per varie alterazioni!!

  2. # Libero

    Restiamo fiduciosi, in attesa che le Forze dell’ordine vengano dotate della pistola TASER, come mezzo di difesa contro le violenze gratuite dei delinquenti!
    Vero “CompAgno”? Immagino che anche tu sia d’accordo!

    1. # Gianni

      Qualche famiglia livornese potrebbe ospitarlo e dargli vitto e alloggio, la citta’ e’ cosi’ accogliente…
      attendo belle notizie dai tanti lettori di quilivorno tolleranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.