Cerca nel quotidiano:


Arrestata dalla finanza collaboratrice domestica

La donna era colpita da ordine di carcerazione: pena di 4 anni per contrabbando internazionale di sigarette e multa di 29 milioni di euro per i tributi evasi

martedì 04 settembre 2018 09:05

Mediagallery

Una ucraina di 49 anni, da circa 10 anni residente in città, il 3 settembre è stata arrestata dalla finanza. La donna era stata colpita da un provvedimento di carcerazione,  emesso in seguito ad una sentenza di condanna, del 2015, della Corte di Appello di Ancona. Le indagini svolte nel 2009 dal nucleo di polizia economico-finanziaria di Ancona avevano accertato il coinvolgimento della ucraina in condotte di contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri commesse a Vicenza nel 2009. Lo sviluppo processuale della vicenda – si legge nel comunicato diramato dalle fiamme gialle il 4 settembre – portò a una prima pronuncia di condanna emessa dal Tribunale di Ancona nel 2013 confermata poi in secondo grado, nel 2015, dalla Corte d’Appello del capoluogo dorico. Contro la condanna – che stabilì una pena detentiva di 4 anni e una pena pecuniaria di 29 milioni di euro (commisurata all’entità dei tributi evasi sul carico di sigarette contrabbandate) – era stata proposta impugnazione davanti alla Suprema Corte di Cassazione. Nel 2017, il ricorso è stato tuttavia dichiarato inammissibile dai giudici di legittimità. Divenuta, quindi, irrevocabile la condanna la Procura della Repubblica di Ancona ha emesso l’ordine di carcerazione. Attivati dai colleghi di Ancona, i finanzieri di Livorno hanno rintracciato la donna a Livorno dove svolgeva l’attività di collaboratrice domestica. La 49enne è stata portata nel carcere Don Bosco di Pisa.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive