Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Arrestati dopo aver provato a rubare in un panificio e in una casa

Venerdì 19 Agosto 2022 — 19:15

Arrestati un 42enne e una 22enne dai carabinieri della Stazione Livorno-Porto coadiuvati dal Radiomobile. I due hanno tentato il furto in un panificio in zona Repubblica e in una abitazione in via Mentana. Da giugno 12 denunce, 8 arresti e l’operazione Narcobike

Nel pomeriggio di mercoledì i carabinieri della Stazione Livorno-Porto, coadiuvati dalla Sezione Radiomobile, hanno tratto in arresto un uomo e una donna, italiani, rispettivamente di 42 e 22 anni, per i reati di tentato furto aggravato e tentato furto in abitazione. Intorno alle 16 di mercoledì i due soggetti hanno provato ad infrangere la porta d’ingresso in vetro di un panificio in zona Repubblica, provando subito dopo ad effettuare un furto in un’abitazione di via Mentana. All’atto di compiere il secondo furto i due hanno desistito perché sorpresi dalla proprietaria dell’appartamento. In perfetta contemporaneità con l’accaduto, grazie alle segnalazioni telefoniche e all’utilizzo dei sistemi di video sorveglianza cittadina opportunamente manovrati dalla centrale operativa dei Carabinieri, i militari della Stazione Livorno-Porto sono giunti tempestivamente sul posto e hanno bloccato l’uomo e la donna. Con il supporto degli uomini della Radiomobile sono state poi espletate le formalità di rito relative a carico dei due che, dopo essere stati portati negli Uffici della Stazione e della Compagnia, sono stati trasportati nelle case circondariali di Pisa e di Livorno. L’arresto dei due presunti ladri rappresenta solo una delle efficaci manovre preventive e repressive poste in essere dai carabinieri della Compagnia di Livorno contro i reati predatori nell’ultimo periodo. A partire dalla prima metà di giugno 12 sono state le persone deferite in stato di libertà, 8 quelle arrestate in flagranza di reato. Tutti per reati predatori in generale, furti in esercizi commerciali e oltre che per il fastidioso fenomeno dei furti in auto. Nello stesso ambito non va dimenticata l’attività che ha portato alla conclusione dell’indagine denominata Narcobike, nell’ambito della quale l’11 luglio scorso sono state arrestate 2 persone e denunciate altre 4, sempre per reati contro il patrimonio, seppur connessi allo spaccio di stupefacenti.

Condividi:

Riproduzione riservata ©