Cerca nel quotidiano:


Preso lo scippatore seriale. I soldi dei furti per la droga

In manette Enrico Salvi, 35 anni livornese, accusato di furto con strappo e ricettazione. Arrestato anche il complice Micael Del Vivo, 26 anni, per ricettazione

Martedì 18 Ottobre 2016 — 10:07

Mediagallery

E’ stato finalmente preso lo scippatore seriale che aveva iniziato a colpire il 5 ottobre scorso in via Brigata Garibaldi a Fabbricotti. L’arresto dei carabinieri è avvenuto nel tardo pomeriggio di lunedì 17 ottobre all’Ardenza dove il malvivente aveva provato a colpire, cambiando dunque quartiere e spostandosi più a sud da dove solitamente era solito agire (centro-Fabbricotti-Roma).
Il delinquente è accusato di 5 scippi messi a segno in dodici giorni (un sesto scippo del 20 settembre messo in atto in via Bois è ancora al vaglio degli inquirenti): praticamente quasi uno ogni due giorni. Si tratta di Enrico Salvi, livornese di 35 anni. Il complice, arrestato solo con l’accusa di ricettazione e non di furto con strappo, è Micael Del Vivo di 26 anni.

A SINISTRA ENRICO SALVI, A DESTRA MAICOL DEL VIVO

A SINISTRA ENRICO SALVI, A DESTRA MICAEL DEL VIVO

Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Daniele De Rosa, sono state condotte tramite le immagini delle telecamere di sicurezza (in foto in pagina alcuni fermo immagini dei colpi messi a segno) presenti nei quartieri dove si consumavano gli scippi e anche grazie alle tecnologie in dotazione all’Arma dei carabinieri che hanno coadiuvato l’ingegno dei militari nel risalire al responsabile.
Lo scippatore è stato preso, in flagranza di reato, in piazza Cappiello all’Ardenza, a seguito di un pedinamento. Dopo un colpo messo a segno ai danni di una donna di mezza età, Enrico Salvi è stato sorpreso in un cortile a disfarsi dell’ultima borsa rubata. Una volta presi i soldi li ha consegnati a Del Vivo il quale li ha usati per andare a comprare la droga. Dall’indagine infatti è emerso che gli scippi erano finalizzati all’acquisto di sostanze stupefacenti.

I DUE SCOOTER UTILIZZATI PER COMPIERE GLI SCIPPI

I DUE SCOOTER UTILIZZATI PER COMPIERE GLI SCIPPI

Addosso ai due malviventi, al momento dell’arresto, sono stati trovati 6 grammi di cocaina e 3,5 grammi di hashish. E’ stata sequestrata anche una targa presente nel sottosella di uno dei due scooter 125 usati per commettere i reati. I mezzi sono stati trovati sotto casa dello scippatore in corso Mazzini. La targa è risultata rubata. Salvi, che ha confessato gli scippi commessi, è stato arrestato per furto con strappo e ricettazione (ha agito sempre da solo). Del Vivo soltanto per ricettazione in concorso con Salvi.
I carabinieri erano sulle tracce dello scippatore da alcuni giorni. Una delle certezze investigative è stata data quando Salvi, di ritorno da uno scippo, è stato visto dai carabinieri appostati sotto la sua abitazione, gettare nel cassonetto una targa. Stessa targa che corrispondeva per le prime quattro cifre alla descrizione fornita da una vittima.
I due sono stati accompagnati al carcere delle Sughere in stato di arresto.

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # Aldo

    Anche stavolta un non italiano.

    1. # centrocittà

      E’ vero è dell’ardenza!

  2. # PIRATA

    Bene Bravi !!!!Ottimo lavoro!!!!

  3. # Liburnico

    Speriamo lo buttino in galera e tirino le chiavi in mezzo all’oceano atlantico, ma sara’ difficile!!!

    1. # @dlblsn

      l’Atlantico è lontano sarà si difficile. Basterebbe alla Meloria.

  4. # Patrizia

    Un grazie di cuore alle Forze dell’Ordine per l’ottimo lavoro !
    Adesso però sono preoccupata al pensiero di quanto tempo rimarranno in galera questi delinquenti !
    Speriamo che ci rimarranno per un bel pezzo…

  5. # Antonio

    lavori forzati a vita..

  6. # Federico

    Nessuno commenta perchè questo era livornese?

    1. # PIRATA

      Prima di esse a pari….

    2. # STUFO

      TI RICORDO CHE SIAMO IN ITALIA E A LIVORNO QUINDI OGNI TANTO ANCHE SE TOCCA A NOI NON FATE I SOLITI COMMENTI LA MAGGIOR PARTE DEI REATI CHE LEGGIAMO GIORNALMENTE SONO FATTI DA STRANIERI QUINDI CARO FEDERICO SE ERO TE EVITAVO QUESTO COMMENTO.

    3. # VALE56

      SÌ IO COMMENTO CHI DELINQUE ITALIANO O STRANIERO VA SEMPRE CONDANNATO…

    4. # orso

      Trova un altro paese come il nostro,cosi’ li mettiamo su un gommone al moletto d’Antignano e ce li togliamo di torno.
      Poi loro telefonano alla marina militare di quel paese,loro li “salvano”venendoli a prendere dopo la Vegliaia,li scortano in un porto dove le ong li prendono e li portano in qualche hotel,sperando che vitto e alloggio siano di loro gradimento e dando loro una paghetta.
      Ma un paese cosi’ non puo’ esistere,il paese della cuccagna.
      TI VA BENE IL COMMENTO ?

    5. # bob

      Ecco ci mancava il boldriniano, ne abbiamo abbastanza in Italia di malviventi, dobbiamo anche accollarci gli extra comunitari ?

    6. # mauro

      dobbiamo e dovete smettere di dividere la gente fra italiani e stranieri, dovete farlo tra onesti e disonesti.

  7. # lorenzo65

    Questi sono livornesi e purtroppo ce li dobbiamo tenere e sopportare. Del resto del mondo che vuol venire in Italia solo a delinquere, ne facciamo volentieri a meno.

    1. # Nicola

      commento da 110 e LODE ! bravo !

    2. # morgiano

      Sono di Borgo Cappuccini, quindi se domani ti sgombero casa, mi sopporti? Dammi l’indirizzo e lascia le chiavi nella porta, così ammattisco meno!…. che cervelli!

  8. # terranovas

    Un grazie al pubblico ministero e all’arma dei Carabinieri per il loro prezioso lavoro.

  9. # stefano

    Bravi come al solito!!!

  10. # storiavecchia

    Aspetta a ringraziare la magistratura ! Non vorrei che tu avessi una grossa delusione !

  11. # steve

    ottimo lavoro delle Forze dell’ordine…peccato che domani saranno fuori

  12. # andrea

    Tanto questi due tra due giorni sono già fuori a fare altri danni e per tutto questo dobbiamo ringraziare…

  13. # Mario

    Grazie e onore all’Arma dei Carabinieri, unica luce di speranza in un paese ormai al quasi buio totale.
    Nei secoli fedele.
    Mario

  14. # Manfredi

    Bravi! bel lavoro!!

  15. # Lukas

    Speriamo che in galera ci stia un bel po’ e che gli passi la voglia…

  16. # marco2000

    Bravi! Bel lavoro!

  17. # Tommy

    Avete letto i precedenti di questo Enrico……. scrivete su Google enrico salvi Livorno, non capisco come è possibile che è da circa 10 anni che le forze dell’ordine conoscono questo personaggio ed è sempre riuscito a uscirne fuori !!… Mah

    1. # rob

      quindi?

  18. # Gatto91

    C’è piu rabbia contro di loro che contro i politici…baaaah

  19. # 0586

    gente pericolosa a giro …..da oggi 2 in meno……bravi i Carabinieri

  20. # Dilvo

    Ai lavori sociali, prendiamo esempio dall’Australia, un mesetto taglio erba e lavaggio auto a tutti gli abitanti della via dove “ha scippato’

  21. # John

    Ma lasciateceli in carcere !

    Italiani o no, le pene devono essere le stesse . Per gli stranieri invece espulsione dal paese immediata .

  22. # Pino

    Quando arriva Genny un ce n’è più per nessuno

    1. # Pino

      S’è capito.Non ti spellare le mani!!

  23. # piratatirreno

    Un grazie ed un bravi alle forze dell’ordine. Cari magistrati, non vanificate adesso il lavoro di persone che tutti i giorni si trovano a combattere quasi sempre con gli stessi delinquenti. Stavolta teneteli dentro!!!!