Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Arrestato 21enne per spaccio

Martedì 4 Aprile 2023 — 10:32

Sequestrati 100 grammi di hashish, 60 grammi di cocaina, un coltello da cucina con la lama sporca di stupefacente e oltre 4.000 euro in contanti verosimilmente provento dell’attività di spaccio

Ad insospettire i carabinieri sono stati i suoi spostamenti e le sue frequentazioni, che i militari hanno seguito e monitorato per circa un mese e mezzo

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cecina, a conclusione di una mirata attività d’indagine, hanno arrestato un 21enne nordafricano domiciliato a Livorno perché gravemente indiziato di spaccio di stupefacenti. Ad insospettire i carabinieri sono stati i suoi spostamenti e le sue frequentazioni, che i militari hanno seguito e monitorato per circa un mese e mezzo. In questo lasso di tempo, dopo un’accurata attività di controllo del territorio, sono giunti ad individuare il giovane quale presunto spacciatore, peraltro già noto per altri precedenti di polizia. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri il giovane si sarebbe dedicato ad una proficua attività di spaccio avendo l’accortezza di cambiare periodicamente il luogo dell’attività illecita per scongiurare il rischio di essere individuato. Ma agli investigatori dell’Arma tutto ciò non è passato inosservato e lo hanno intercettato in una zona alle porte di Cecina, luogo verosimilmente scelto per lo spaccio di quella sera. Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di circa 100 grammi di hashish in un unico panetto, mentre in area immediatamente vicina, sono stati rinvenuti altri 60 grammi di cocaina suddivisa in altrettanti 60 involucri monodose. All’interno della sua abitazione, alla quale i carabinieri hanno esteso la perquisizione, è stato rinvenuto del materiale atto al confezionamento di dosi: un coltello da cucina con la lama sporca di stupefacente ei oltre 4.000 euro in contanti verosimilmente provento dell’attività di spaccio. La droga, il materiale rinvenuto ed il denaro sono stati sequestrati ed il ragazzo è stato arrestato in flagranza. Delle attività è stata informato il Sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica di Livorno che ha disposto la traduzione dell’arrestato presso la casa circondariale Le Sughere. A seguito di udienza di convalida, il Giudice ha confermato la detenzione carceraria.

Condividi:

Riproduzione riservata ©