Cerca nel quotidiano:


Arrestato per spaccio, blitz in casa dei Falchi

Un 38enne è stato arrestato dai Falchi della questura per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e indagato per il possesso di documenti di identità falsificati e ricettazione

Giovedì 27 Agosto 2020 — 11:49

Mediagallery

L’appartamento era usato dallo straniero come base logistica per i suoi traffici illeciti; alle finestre sistemi di protezione e di antintrusione e porta blindata

Avuta notizia di un traffico di sostanze stupefacenti in un appartamento di via Provinciale Pisana, i Falchi della squadra mobile diretta da Valentina Crispi hanno fermato un tunisino di 38 anni trovato, appena uscito dall’abitazione, con alcune dosi di sostanza stupefacente e parecchie centinaia di euro. All’interno della casa segnalata i poliziotti hanno trovato circa tre etti fra eroina, cocaina, hashish e marijuana: alcune parti già suddivise in dosi pronte per essere smerciate sul mercato cittadino, altre ancora da tagliare come alcuni ovuli e eroina in sassi. Trovato anche materiale per il confezionamento, varie bilancine per la pesatura, 6 cellulari, circa 1.500 euro, un documento di identità francese con generalità false e una tessera sanitaria compendio di furto. Il 38enne è stato pertanto tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e indagato per il possesso di documenti di identità falsificati e ricettazione. L’appartamento, spiega la questura, era usato come base logistica per i traffici illeciti; l’uomo aveva installato una porta blindata e alle finestre sistemi di protezione e di antintrusione. Residente in un altro appartamento del centro qui vi si recava giornalmente per allestire lo spaccio dello stupefacente che smerciava nelle piazze cittadine. Al termine degli atti di rito è stato portato alle Sughere.

Riproduzione riservata ©