Cerca nel quotidiano:


Atti osceni in piazza, poi l’aggressione agli agenti

Una coppia di giovani utilizzava la piazza come toilette privata accampandosi a pochi passi dalla chiesa in piazza della Vittoria: allontanati

sabato 21 Settembre 2019 09:50

Mediagallery

La scorsa settimana erano già stati allontanati da piazza della Vittoria (in foto) a causa del loro bivacco improvvisato accanto alla chiesa di Santa Maria del Soccorso. Nella giornata di venerdì 20 settembre una pattuglia della polizia municipale è intervenuta sul posto per verificare che la coppia rispettasse davvero il divieto di avvicinamento imposto loro neanche una settimana fa. Cosa che è stata puntualmente disattesa. I due stavano infatti dormendo in piazza a pochi passi dal luogo di culto. Così gli agenti hanno provato a spiegare loro che dovevano allontanarsi ma, di tutta risposta, uno di loro si è calato i pantaloni e ha iniziato a fare i suoi bisogni davanti al poliziotto della municipale. Poco prima la coppia aveva aggredito verbalmente alcuni passanti che avevano fatto notare loro come non fosse il caso di utilizzare la piazza come una loro toilette privata.
Fatto che anche la pattuglia intervenuta sul posto ha provato a rimarcare, ricevendo in cambio un’aggressione in piena regola: uno dei due infatti, per tutta risposta, dopo aver sputato verso di loro, ha provato a colpire con un pugno uno dei due agenti.
Dopo aver schivato il colpo, il giovane è stato bloccato ed è stato chiamato il 118. Alla coppia è stato notificato un nuovo ordine di allontanamento dalla zona mentre l’aggressore è stato denunciato per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e atti osceni in luogo pubblico.

Riproduzione riservata ©

29 commenti

 
  1. # Roberto1

    Provate ad aggredire un ufficiale in divisa in Francia, Germania, Spagna o Grecia (per dire un paese che economicamente è messo male come noi)…poi mi fate sapere se ci sia un semplice ‘foglio di espulsione’. Come si fa non capire come un Salvini possa guadagnare punti su punti in una situazione ormai irrimediabilmente compromessa come questa? PS: parlo da persona che non stima politicamente la destra, ma qua ormai indipendentemente dal colore ci vuole mano ferma e dura verso chi si permette di aggredire agenti. Come minimo se quest’ultimi si fossero ribellati e si fossero difesi avrebbero passato grossi guai ed esborsi economici con avvocati per difendersi giuridicamente!!

    1. # compAgno

      De vi garba di morto militarizzare le citta. Un ci sto!

    2. # 0586

      Salvini guadagnerà anche punti caro Roberto ma intanto sta all’opposizione con il berlusca e la Meloni….e mi permetto di dirti che con le repressione ” violenta” e parlo di botte con menganelli e teser (come voleva il capitano del Papete) non si risolve un gran che,sarei più d’accordo ai due tipini che facevano i comodi loro in piazza a un bel mesetto di pulizia gratis di tutta la piazza sorvegliati da un paio di agenti della municipale!

      1. # Roberto1

        Evidentemente non hai letto attentamente ciò che ho scritto ovvero indipendentemente dal colore e chi sta la governo dovrebbero esserci punizioni esemplari; non ho parlato di botte o violenza, ma di giusta giustizia (scusa il gioco di parole). I perbenisti e buonisti hanno ridotto ormai l’Italia a salva-delinquentu: anni di leader politico di destra e sinistra senza vera autorevolezza e voglia di intervenire hanno creato questo stato di impunità. Spero questa spiegazione aiuti a capire meglio il ragionamento

      2. # compAgno

        De ma ai destroidi garbamo morto i manganelli e ir teser…
        De poi si fanno male da soli ahahahaha. Hasta la victoria siempre

        1. # Gianluca

          Difatti nei vostri paradisi la polizia, specialmente quella segreta, gestiva e gestisce le cose usando paorle gentili…

      3. # Simone66

        Mi pare che all’estero se aggredisce un rappresentante delle forze dell’ordine non ti dicono “guarda che ha fatto una brutta cosa birbantello”. Ti prendi una manganellate, minimo, e vai dentro. Se ogni volta dobbiamo giustificare arriva il morto. Quindi se attacchi reagisco anche in maniera più violenta della tua e ti metto dentro.

    3. # Francesco

      sono italiani… che ci combina l’espulsione?

      1. # Roberto1

        Il foglio di via (espulsione dal comune) si da a tutti italiani e non, ovvero si dichiara la non possibilità ad una persona di metter piede di nuovo su un determinato territorio.

      2. # Moni

        Nei paesi dove c è la pena di morte non c è meno criminalità, questo per dire che con la repressione non si ottengono i risultati sperati. Io, vorrei che chi compie reati minori, compresi i minori d età, avessero una pena commisurata, e vedrei giusto che questo individui facessero lavori socialmente utili : pulire le strade, togliere l erbacce dai marciapiedi, togliere le foglie dopo una bella libecciata, pitturare un edificio pubblico, pulire le spiagge dalla plastica, insomma :lavorare!! E perché non mandarli a fare qualche lavoro utile in qualche istituto per anziani, per handicappati, giusto per farli rendere conto che esiste per altri una vita diversa e difficile

    4. # Massimo

      Però nell’articolo non si parla della nazionalità dei rei.

    5. # diego

      Ma e’ il caso anche di commentare? Ormai e’ terra bruciata, questi trasgressori sanno benissimo che in Italia non ci sono leggi che gli infliggano la giusta punbilita’ e sara’ sempre così.

    6. # ugo

      perfetto!!!!! non fa un grinza!!

    7. # Gino

      Non riesco a capire se i due sono Italiani, stranieri o extra comunitari. Ma so per certo che qualcuno molto in alto, al di sopra dei partiti e di chi ne fa parte, vuole che l’Italia sia il paese dell’impunità per gli irregolari e della severità per gli Italiani. Così, da una parte l’Italia è il deposito europeo dei migranti, dall’altra è fonte di mano d’opera irregolare o illegale, dai poveri sfruttati nell’agricoltura, agli spacciatori. E gli Italiani, lasciati ad impoverirsi, riducendoli i servizi pubblici (come la sanità) e aumentandoli i costi (tasse, imposte e prestazioni sanitarie private), fino a far diventare l’Italia, la prossima Grecia. Ed è innegabile che la Sinistra che non può non vedere cosa sta succedendo, è stupida oppure connivente in questo losco business.

  2. # Raffaelli Alessandro

    Questi hanno rotto. Ovunque vai in Europa se non rispetti le regole ti arrestano qua no. Povera Italia senza leggi adeguate

    1. # Rocca

      Palla al piede e lavoro forzato per ripulire la piazza da cima a fondo poi vorrei vedere se continuano a sporcare.

    2. # Iosonoio

      Ovunque vai in Europa e nel mondo esistono gli ultimi, quelli chiamati barboni clochard o senzatetto …
      O ha girato poco o lo ha fatto nei villaggi vacanze 🙂

      1. # Faletto60

        No, con le caramelle no, ma la prima mattina dopo che avevano dormito nella piazza, i vigili urbani sono andati a sequestrargli due cuccioli di cane per darli in affidamento a chi ne facesse richiesta o metterli al canile. Per i cani ci si mobilita, per due esseri umani no. Mi par di capire che nessuno di voi abbia passato dei momenti di disagio nella vita e ne sono contento…

  3. # Isabella

    Ma che vergogna. Qualche giorno in cella, no, eh?

  4. # Obiettivo

    Roberto hai perfettamente ragione. L’impunità verso questi comportamenti determina vantaggi alla destra.
    L’affermazione e la difesa del principio di legalità non ha colore politico. La sinistra deve emarginare e combattere con forza queste situazioni.

  5. # Faletto60

    …sono due ragazzi giovani che da circa tre mesi sono in mezzo alla strada e si arrangiano a dormire in piazza. Possibile che in questi mesi nessuno abbia potuto aiutarli in qualche modo?

    1. # stupidità

      Cosa c’entra la situazione di disagio con lo sputare ai poliziotti e fare i bisogni in piazza a spregio lo sa solo Lei , pensa che sia il modo giusto per sensibilizzare gli altri cittadini ?

  6. # Scorpione61

    È vero con i manganelli non si risolve niente proviamo con le caramelle

  7. # stefano voir

    Anche i fiori servono, la prossima volta che gli agenti della municipale, vengono menati e usati come water, dovrebbero regalare un mazzo di Rose e portare a cena gli aggressori….povera Livorno, sono tutti i buonisti.. a proposito invece di dire che sono in mezzo alla strada e che non gli aiuta nessuno, perchè non li prendi a casa tua??….

  8. # eleonora

    … prima di parlare conoscete i fatti.. sono una coppia di livornesi cresciuti all origine non extracomunitari con seri problemi mentali che da mesi vivono su una panchina e noti sia alle forze dell ordine che alla pubblica assistenza. hanno bisogno di aiuto dai servizi sociali perché non capaci di intendere a pieno,non di notifiche della municipale.
    il problema è che quando si parla di assistenza sociale tutti si passano la palla ma nessuno se ne prende carico.
    la politica non centra niente.

    1. # Roberto1

      Ovviamente non conosco chi siano: vorrei .i rispondesse solo ad una domanda. Siccome sono delle persone disagiate possono sputare, tentare di aggredire un vigile ed infine fare i propri bisogni in pubblico? Per piacere non divaghi e risponda a questa domanda puntualmente.

  9. # Antonella

    Qui non esiste più destra o sinistra ,bisogna essere realisti, negli altri stati le regole le rispettano e come ,qui con il bonismo abbiamo fatto sì che chi è nato qui e chi non fa come li pare ,e quelli che criticano le manganellate se poi li toccano i suoi orticelli i suoi parenti sono i primi a dire che ci vorrebbero i manganelli .alcune persone sono rimasti alla dinastia di re Pipino .

  10. # Pistellman

    Ma, io non ci vedo niente di male. La piazza è piena di feci e urine di cane, e gli umani non possono? E’ ormai una discarica a cielo aperto, quando passi di li servirebbe la mascherina dal puzzo che emanano quelle aiuole intrinse di urina e cacca. una più o una meno…

    1. # Scorpione61

      Allora va bene così ora ci vado anche io a fare i miei bisogna tanto ormai ci vanno tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.