Cerca nel quotidiano:


Attrezzi da scasso nascosti in auto dentro un calzino

Pedinate dalla squadra mobile fino a Barriera Margherita e poi fermate due donne di nazionalità croata senza fissa dimora: una di loro era latitante

venerdì 02 Agosto 2019 09:45

Mediagallery

Fermate con attrezzi da scasso nascosti in auto all’interno di un calzino. Il tutto è stato scoperto, dopo un breve pedinamento terminato in piazza Barriera Garibaldi (zona Guglia, nella foto), dagli agenti della squadra mobile diretta da Valentina Crispi.
I poliziotti hanno fermato due donne di nazionalità croata senza fissa dimora che, una volta davanti al personale della questura, non hanno saputo dare spiegazioni precise sul motivo per cui si trovassero nella nostra città. Si tratta di due donne di 28 e 31 anni di cui una latitante, e quindi ricercata dalla polizia, che dovrà scontare 6 anni, 8 mesi e 18 giorni di prigione una volta trasferita nel carcere fiorentino di Sollicciano.
La donna era finita nei guai per aver commesso reati contro il patrimonio e dopo essere stata condannata dal tribunale di Mantova. Entrambe sono state dunque denunciate dalla Mobile livornese per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. In più è stato imposto dal questore il divieto di ritorno a Livorno per tre anni. Come se non bastasse la conducente della vettura è risultata essere senza patente e assicurazione. Per questo motivo ha ricevuto anche una sanzione amministrativa pari a seimila euro.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # giancarlo

    aspetta …….ora li paga !!!

  2. # incavolato

    si,si.ha detto lunedi mattina va subito alle poste in via cairoli a pagare

  3. # Rutiglio

    Fortunatamente il muro invisibile che circonda la città impedirà loro di tornare per il tempo stabilito, pagheranno la multa e la loro coscienza farà in modo che non si metteranno più al volante senza patente e assicurazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.