Cerca nel quotidiano:


“Baby-ladri” in appartamento: arrestati

Il pm di turno del tribunale dei minori di Firenze ha stabilito che la 17enne fosse accompagnata all'interno dell’Istituto Penale per Minorenni di Firenze mentre il 13enne fosse affidato ad una comunità per minori

martedì 21 agosto 2018 12:46

Mediagallery

Gli agenti delle volanti sono intervenuti in via degli Scarrozzoni (quartiere Ardenza) per la segnalazione di ladri in appartamento all’interno di un palazzo. La velocità dei poliziotti nell’arrivare sul posto ha consentito di individuare i due ragazzini coinvolti nel tentato furto e di arrestarli.
Tutto nasce dal fatto che, lo scorso 18 agosto, il proprietario di una casa, dal balcone della sua abitazione, aveva visto avvicinarsi al cancello del condominio una ragazza ed un ragazzo, entrambi giovanissimi. Mentre quest’ultimo restava fuori, l’adolescente entrava nel cortile del condominio. Subito dopo il vicino di casa ha chiaramente udito dei rumori metallici provenienti dal portone del palazzo, quindi ha intuito che la ragazza, appena entrata nella proprietà privata, stava cercando di scassinare la porta (in alluminio) per accedere nello stabile.
Supposizione diventata subito dopo certezza. L’uomo che ha telefonato al 113 infatti è sceso velocemente dalle scale notando che la porta era stata forzata e che la ragazza, accortasi evidentemente del suo arrivo, si era data alla fuga.
Sono state dunque attivate immediatamente le ricerche da parte degli agenti delle volanti intervenuti in men che non si dica sul posto che hanno individuato, poco distante dalla via, i due autori minorenni: una ragazza di 17 anni ed un ragazzo di 13 anni.
La perquisizione a loro carico ha consentito di rinvenire addosso alla diciassettenne, occultati nelle sue parti intime, due cacciaviti ed una lastra di plastica. Oggetti e cose inequivocabilmente usate per il tentato furto, come accertato anche dai segni di scasso lasciati sul portone del palazzo in questione.
Successivamente, su ordine del pubblico ministero di turno della procura del Tribunale per i Minorenni, è stato stabilito di accompagnare la 17enne all’interno dell’Istituto Penale per Minorenni di Firenze, mentre il 13enne è stato affidato ad una comunità per minori.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # piropiro

    l’alberi vanno raddrizzati quando sono piccoli , senno’ crescono anche storti .
    E allora che stiano sotto controllo finche non hanno imparato la lezione ed anche oltre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.