Cerca nel quotidiano:


Blitz con cappucci in testa e piedi di porco. Ancora furto con scasso al Blanc et Noir

Sul caso indagano i carabinieri. Il titolare ha fornito al Nucleo Investigativo le immagini delle telecamere di sicurezza

Lunedì 21 Agosto 2017 — 11:43

Mediagallery

Due furti in neanche 60 giorni all’interno del locale Blanc et Noir di via Firenze. E’ questo il triste resoconto che dal 30 giugno ad oggi il titolare del bar-ristorante Andrea Centi ha presentato alle forze dell’ordine.
L’ultimo colpo messo a segno all’interno della sua attività aveva visto per protagonisti due personaggi che, con cappuccio in testa e piedi di porco, si fecero breccia all’interno dalla porta posteriore. Stesso cliché dopo neanche due mesi, solo che stavolta i malviventi che hanno messo in atto il blitz sono stati tre anziché due. Si sono introdotti intorno alle 23,30 di domenica 20 agosto dalla porta retrostante approfittando del turno di chiusura del locale. Una volta dentro (come si può notare dai fermo immagini tratti dal video delle telecamere a circuito chiuso) hanno provato a forzare le due slot machines con un piede di porco ma non avendo avuto buon esito uno di loro si è portato dietro al bancone ed ha arraffato le poche monete e banconote presenti nel fondo cassa.  Il tutto è durato circa un minuto e mezzo. Poi i ladri si sono dileguati da dove sono entrati.
“Hanno portato via circa 15 euro – racconta Andrea Centi a Quilivorno.it – Ancora una volta è stato più il danno che la beffa. Dal video si vede benissimo come abbiano provato a scassinare con un piede di porco la slot ma non ci siano fortunatamente riusciti. Così all’apertura di lunedì 21 agosto, presto al mattino, ho subito contattato i carabinieri fornendo loro tutte le immagini dei circuiti di videosorveglianza presenti all’interno della mia attività. Quello che chiedo è che si possa avere più sorveglianza anche in questa zona che, come è evidente, è sempre preda di malintenzionati pronti ad agire”.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Orso

    Stamani la prima persona che ho incontrato , un mio amico residente fuori Livorno , stava per rientrare a casa anticipatamente dalle ferie perche ‘ gli hanno rubato in casa .
    Inutile che ci raccontino che la situazione in Italia e’ sotto controllo , ci comunichino dati rassicuranti , ci parlino di ” percezione ” di insicurezza .
    Non abbiamo l’ anello al naso . La verita’ e’ che ormai questo paese e’ in balia della delinquenza .

  2. # amaranto67

    purtroppo la zona è scarsamente presidiata dalle forze dell ordine, le pattuglie sono poche per livello di microcriminalità che è cresciuto tanto negli ultimi anni.

    1. # elementare

      Le pattuglie sono poche perchè molti agenti sono installati stabilmente negli uffici a fare scartoffie che potrebbe fare un qualsiasi impiegato pubblico senza specializzazione e senza indennità varie ! Ma ormai nessun dirigente è in grado di rimetterli sulla strada dove l’impegno è maggiore e più rischioso e per questo la città rimane senza un adeguato controllo del territorio !

    2. # De ma de !!!

      In realtà la sera ci sono pattuglie in quantità industriale, compresi posti di blocco, tra la rotatoria di via Firenze per i 100mt di via Pian di Rota che arrivano in via P.Pisana , ma chissà che ci fanno tutti li dalla mattina alla sera non schiodandosi mai…

      1. # Ivo

        Sto a Stagno da 15 anni. Posti di blocco in via Firenze ci sono per lo più il fine settimana e isati. Estate e inverno. Sempre nei soliti punti e nelle solite ore. Se qualcuno ha qualcosa da nascondere sa da dove passare e quando.
        Questo è il problema.

  3. # old pine

    Fino a pochi anni fa bastavano !!!! I delinquenti di casa nostra li conoscevano e li agguantavano veloce !!!! E’ totalmente inutile andare a cercare Polizia, Carabinieri, Municipale, che fanno il loro dovere più che bene, il problema è rappresentato da chi li li fa passare ed uscire di corsa dai tribunali, altro che le cavolate sulle forze dell’ordine! O colpisci la delinquenza o convinci chi la lascia circolare, finché non capiscono che li devono mettere al fresco. Il resto è fuffa !

  4. # Putin

    il bello è che all’inizio di ogni anno nelle conferenze stampa ci danno ad intendere che i furti e i reati sono in CALO!!!
    ma chi credono di prendere in giro?? è chiaro che dietro a tutto ciò ci sono ordini superiori del governo…
    ma presto finirà la gente non è stupida…

  5. # Mediceo

    Ineffetti la zona di via Firenze, parte finale di Via Prov. Pisana e Pian di Rota negli ultimi 3-4 anni è diventata un po’ terra di nessuno, soprattutto durante i giorni feriali/lavorativi. Non è difficilissimo incontrare individui poco raccomandabili la sera. Penso soprattutto perchè è uno snodo importante con Colle e Pisa e il traffico è sicuramente tanto.
    In più è praticamente periferia di periferia, confinando con Stagno (Collesalvetti).
    Il controllo, in generale, è difficile in quella zona.

  6. # Sorgentiiii

    Troppa, troppa, delinquenza a Livorno. Non è più l’isola felice di un tempo! Poveri noi.

    1. # Orso

      E’ una situazione generale .
      In altre citta’ e’ peggio di qui.
      Solo per rimanere in Toscana Firenze , Prato , Pisa , Viareggio , Pistoia se la passano peggio di noi .